Home VIDEO

Palermo, guidava a fari spenti: i commenti assurdi dei parenti

CONDIVIDI
Palermo inseguimento
L’inseguimento a Palermo (Screenshot)

Un uomo a Palermo è stato arrestato dopo una folle corsa in auto a fari spenti, ma ciò che stupisce sono i commenti dei parenti a sua difesa

“E guidare come un pazzo a fari spenti nella notte per vedere… se poi è tanto difficile morire”. Deve aver sentito a ripetizione questo storico pezzo di Lucio Battisti il 19enne di Palermo che la scorsa settimana, al Villaggio di Santa Rosalia, ha rubato una Jeep ed ha iniziato una folle corsa a fari spenti fra i vicoli della città, inseguito da una volante della Polizia. Una scena incredibile, immortalata anche da un video diffuso dalla Polizia dopo l’inseguimento. Il giovane ha cercato di sfuggire all’Alt delle Forze dell’Ordine, aumentando sensibilmente la velocità. Poi, sentitosi braccato, si è lanciato dall’auto ancora in corsa cercando di scappare a piedi, ma è stato catturato e poi arrestato dopo 200 metri di fuga. Intanto la Jeep ha continuato da sola la sua corsa: ha scavalcato una banchina in cemento, ha scavalcato il guard-rail e ha invaso trasversalmente la corsia centrale della carreggiata opposta.

Una bravata incredibile, come si può vedere dal video che vi proponiamo di seguito, tratto da Repubblica. Ma ciò che è davvero incredibile è il putiferio social che si è scatenato nei giorni a seguire, quando la notizia è diventata di pubblico dominio e ovviamente in tanti hanno commentato l’accaduto fra il divertito e lo scandalizzato.

Palermo, la folle corsa a fari spenti e la difesa social dei parenti

Un episodio di quelli da raccontare, una bravata che sembra incredibile già solo a leggerla. E si sa, quando vengono fuori certe notizie sui social si scatenano i lettori: chi con commenti ironici e divertiti sull’accaduto, chi invece scandalizzato da quanto possa essere folle un ragazzo che improvvisamente ruba un auto e corre a fari spenti per i vicoli di Palermo. Ancora più incredibile poi è quanto accaduto sotto al post di ‘Palermo Today’ che raccontava l’accaduto. Sono intervenuti alcuni parenti dell’autore del folle gesto per rispondere a chi stava leggendo incredulo la notizia e commentava piccato. Ancor più piccate le risposte dei parenti. Tra questi una ragazzina di nome Antonella, che cerca di difendere quello che parrebbe essere suo zio. Una difesa che diventa decisamente comica. Eccola nel post screenshottato e immortalato dalla popolare pagina Facebook ‘Il signor Distruggere’.