Home Attualità

Bonucci, dopo la paura per Matteo: il figlio Lorenzo gioca col Torino

CONDIVIDI
Leonardo Bonucci
Leonardo Bonucci (Getty Images)

La famiglia Bonucci sta ripartendo: dopo la paura per la malattia del figlio Matteo, ora il piccolo Lorenzo entra nelle giovanili del Torino

Una bella notizia, a prescindere da quelli che sono i colori delle maglie. Leonardo Bonucci ha accompagnato il suo figlioletto al primo allenamento con la sua nuova maglia, quella del Torino. E già, perché il difensore della Juventus ha un piccolo ‘traditore’ in famiglia: il piccolo Lorenzo Bonucci è un tifoso sfegatato del Torino e da sempre desidera vestire la maglia granata. Desiderio realizzato: papà Leonardo lo ha portato al suo primo allenamento per la categoria ‘Piccoli Amici’ e lo ha seguito nella sua prima seduta. Lollo (classe 2012) ha anche segnato un rigore proprio come il suo idolo, il Gallo Belotti. “O gli proibisco di frequentare i suoi migliori amici dell’asilo o me lo tengo così”, disse qualche tempo fa Leo Bonucci, ovviamente scherzando sulla “passioncella” del figlio. Anche perché è bello vederli sereni, dopo la grande paura per quello che ha passato tutta la famiglia dopo la malattia dell’altro piccolo, Matteo, messo a dura prova da un brutto male. Per diverso tempo abbiamo fatto tutti il tifo per lui, per mamma Martina e per papà Leonardo.

Leonardo Bonucci, la malattia del figlio Matteo e la fede granata del figlio Lorenzo

Leonardo Bonucci
Leonardo Bonucci (Getty Images)

Era il 2016 e il piccolo Matteo Bonucci, di appena due anni, fu portato d’urgenza in ospedale. Un piccolo leoncino, proprio come papà Leonardo, che insieme a mamma Martina (la moglie di Bonucci, ndr) hanno affrontato a testa alta quella durissima prova a cui la vita li aveva sottoposti: “Il ricordo più nitido di quei giorni? Prima di entrare in sala operatoria Matteo mi ha guardato e mi ha fatto il verso del leone”, raccontò Leonardo Bonucci a ‘Vanity Fair’. “Gli dicevo sempre che era il mio leone e lui in quella situazione trovò la forza per farmi un ruggito”. Una storia davvero tremenda, un periodo difficile che ha provato parecchio tutta la famiglia. “La scala delle priorità cambia, guardi le cose da un’altra prospettiva – raccontava Bonucci a VF – Nella sfortuna, abbiamo avuto la fortuna che tutto si sia risolto per il meglio: episodi così ti uniscono ancora di più”.

Ora ha sulla spalla due leoncini tatuati e sono proprio loro: Matteo, il più coraggioso, e Lorenzo, il più attento e curioso. Tifosissimo del Torino e ora anche piccolo calciatore del Torino: “Un giorno me lo sono visto apparire dalla camera vestito granata. Mi sono fatto una risata e gli ho fatto la foto che poi ho postato sui social”. Bello sentire storie di simile serenità familiare, specialmente quando si è passato ciò che ha passato la famiglia Bonucci.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI