Home Tecnologia

IPTV, la televisione in streaming: cos’è, quando è illegale e quali sono i rischi

CONDIVIDI
IPTV
(WebSource)

IPTV, la televisione in streaming che “sostituisce” la pay-tv: illegalità e rischi dell’Internet Protocol TeleVision

Forse qualcuno di voi avrà già sentito parlare della IPTV. Si tratta di un sistema che consente di guardare direttamente dal PC o dalla smart tv la televisione ma senza appoggiarsi né all’antenna, né al digitale terrestre né alla parabola, ma soltanto alla connessione ad internet. Letteralmente Internet Protocol TeleVision, si tratta di un sistema che si basa ovviamente su una connessione stabile ed efficace, altrimenti risulta davvero complicato fruirne. L’IPTV è stato visto da molti come un settore che potrà avere in futuro una forte diffusione, di pari passo con la disponibilità della banda larga. Finché è legale, tutto ok. Ovviamente però la possibilità di fruire online di contenuti che vengono trasmessi in televisione lascia anche spazio a fenomeni di illegalità diffusa, come ad esempio i network che trasmettono fuorilegge immagini di canali che normalmente sarebbero in abbonamento o in pay-per-view.

Ad esempio Mediaset Premium e Sky.  Ci sono anche IPTV che riproducono (illegalmente) Netflix e la novità DAZN, che già di per sé sarebbe tecnicamente una piattaforma di questo tipo. In quel caso, quando la IPTV riproduce senza autorizzazione contenuti di altre emittenti, è naturale che si vada ad infrangere la legge, quindi si entra nel proibito ed è caldamente consigliabile evitare, altrimenti si corre il rischio di incorrere in sanzioni o in conseguenze penali.

Leggi anche — > Dazn, il calendario di Serie A da qui a dicembre: un dettaglio che nessuno aveva notato

Fenomeno IPTV: le migliori app per lo streaming legale e i rischi di quelle illegali

L’IPTV solitamente offre contenuti in presa diretta o in Video-on-Demand, cioè pre-registrati e resi disponibili all’utente. Un po’ come fa Netflix, appunto, o come fa DAZN. Ci sono sicuramente installazioni o applicazioni che consentono anche lo streaming di Sky, di Mediaset e delle altre a pagamento, ma quelle non sono in linea con la legge e possono portare a multe fino a 25000 euro e addirittura a conseguenze penali. Meglio verificare invece se ci sono applicazioni che trasmettono il segnale legalmente per poter semplicemente guardare la televisione dal pc, da smartphone e tablet o dalla smart tv. Una delle migliori applicazioni per IPTV è GoIPTV M3U, disponibile gratis sia su iOS che su Android. Un’altra applicazione molto utile è GSE smart IPTV, anch’essa gratuita, anch’essa su entrambi i sistemi operativi per smartphone, così come IP Television – IPTV M3U. Inoltre è possibile accedere alle risorse proprie delle emittenti nazionali, come ad esempio RaiPlay. Oppure c’è Mediaset Fan, che consente la visione gratuita di Canale 5, Italia 1, Rete 4, La5, Top Crime, IRIS, Italia 2, Mediaset Extra e TGCOM24.