Home Attualità

E’ morta Vanessa Marquez: l’attrice di ER è stata uccisa dalla polizia

CONDIVIDI
Vanessa Marquez
Pasadena (Wikimedia Commons)

Vanessa Marquez, ex attrice di “ER: Medici in prima linea”, è stata uccisa dalla polizia nella sua casa in California. Una tragedia terribile

Un’incredibile tragedia ha strappato alla vita l’ex attrice di ER – Medici in Prima Linea, Vanessa Marquez, che nella popolare serie TV degli anni ’90 interpretava Wendy Goldman. Gli appassionati di Serie TV un po’ più attempati non potranno non ricordare il medical drama che ha lanciato sul piccolo schermo George Clooney, che da lì poi è diventato un sex symbol e un attore famoso. In quella serie, capostipite di tutte le serie ambientate in ospedali che poi hanno avuto enorme successo negli anni successivi (basti pensare a Dr House e Grey’s Anatomy), c’era anche Vanessa Marquez, nei panni di Wendy Goldman. La donna, uscita dai radar di Hollywood, è rimasta uccisa in uno scontro a fuoco con la Polizia di Los Angeles. Vanessa viveva a Pasadena, in California, ed è lì che alcuni vicini, preoccupati per il suo stato di salute, hanno chiamato gli agenti per soccorrerla. Ma – secondo quanto riporta il rapporto dei poliziotti – la situazione è degenerata, e quando la Marquez ha impugnato la pistola (a piombini, molto simile a una semi-automatica) uno degli agenti ha sparato, ferendola gravemente al petto. Quando è stata portata in ospedale in codice rosso non c’era più nulla da fare e i medici ne hanno dovuto dichiarare il decesso.

Leggi anche — > Una serie tv per ogni segno zodiacale

Vanessa Marquez, la Wendy di ER: dalla depressione alla mania per lo shopping

Vanessa Marquez

Nata il 21 dicembre di 50 anni fa a Los Angeles, Vanessa Marquez è diventata famosa per aver partecipato alla popolarissima serie TV dei primi anni ’90, Melrose Place, oltre al ruolo di Wendy Goldman in ER: Medici in Prima Linea. Uscita pian piano dai radar, per lei è iniziato un lento declino complici anche alcuni problemi personali, fra cui la depressione. Una patologia che si era associata a quella da shopping compulsivo, che l’aveva portata a spendere tutto ciò che aveva guadagnato nella prima fase della sua carriera. Non stava bene, Vanessa, e proprio per questo i vicini di casa hanno chiamato qualcuno che le desse assistenza in quanto stava dando in escandescenze, si sospetta per una crisi epilettica. All’arrivo dei sanitari e dei poliziotti si è consumata la tragedia. La donna ha rifiutato l’assistenza medica e ha puntato contro gli agenti una pistola a piombini, scambiata facilmente per una vera. Colpita al petto, è morta poco dopo in ospedale. La sua ultima partecipazione a Hollywood era un cameo nel film ‘Under Suspicion‘, datato 2000. Quindi ormai quasi 20 anni fa. Poi i tanti problemi e adesso la tragica morte, a soli 49 anni.