Home Attualità

La Commissione europea propone la scomparsa del cambio di orario

CONDIVIDI

La Commissione europea propone la scomparsa del cambio di orario da ora legale a solare, una misura che dovrà essere poi votata dal Parlamento europeo.

Venerdì 31 agosto, la Commissione europea, attraverso il suo presidente Jean-Claude Juncker, ha annunciato la proposta dell’abolizione del cambio di orario in inverno e in estate nell’Unione europea.

Basta cambi d’orario?

Questa decisione segue una consultazione popolare, durante la quale milioni di cittadini europei avrebbero votato dall’inizio di luglio al 16 agosto. Il verdetto sembra definitivo poiché circa l’80% degli europei si è mostrato favorevole alla scomparsa del cambio di orario.

“Abbiamo fatto una consultazione pubblica, milioni di persone hanno risposto e sono dell’opinione che in futuro l‘ora estiva sarà la regola. La gente vuole farlo, quindi lo faremo” , ha detto Jean-Claude Juncker al canale tedesco ZDF.

La decisione finale, tuttavia, dovrà essere presa dal Parlamento europeo, che in passato aveva già detto che era piuttosto favorevole alla fine del cambio di orario agli Stati dell’Unione europea.

L’introduzione del cambio d’orario l‘ultimo fine settimana di marzo e l’ultimo fine settimana di ottobre in Europa avviene dal 1966 ed è stato introdotto con l’obiettivo di risparmiare energia, tuttavia, è stato una costante controversia.

Vantaggi e svantaggi del cambio d’orario

Diversi paesi dell’Europa settentrionale – Lituania, Finlandia, Polonia e Svezia – chiedono l’abbandono di questo sistema. I tedeschi sono particolarmente interessati all’argomento, dal momento che il 3,79% della popolazione ha risposto al questionario. Seguono austriaci (2,94%) e lussemburghesi (1,78%). In tutti gli altri paesi, meno dell’1% della popolazione si è fatto avanti.

Per anni i suoi detrattori hanno sottolineato i disturbi fisiologici sul corpo umano che questo cambiamento comportava, che si verifica due volte l’anno come cambiamenti e squilibri nel corpo, genera sbalzi di umore e aumenta l’incidenza di attacchi cardiaci, incidenti stradali o infortuni sul lavoro.

Una valutazione effettuata dai servizi del Parlamento europeo dimostra che finora nessuno studio è stato decisivo in merito ai vantaggi e agli svantaggi del cambiamento di orario.

Ti potrebbe interessare anche—>L’ora legale, le sue origini e gli effetti sul nostro organismo

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI