Home Attualità

Stelle cadenti, non è ancora finita! Ecco il momento migliore per vederle

CONDIVIDI

stelle cadenti

San Lorenzo è passato, ma le stelle cadenti no! I giorni successivi sono i migliori per vederle

E’ vero, la notte di San Lorenzo è passata, ma non sono certo passate le stelle. Quella che il 10 agosto sia la notte migliore per vedere le stelle cadenti è ormai quasi una leggenda metropolitana, visto che nei giorni successivi si riesce a beccarle decisamente meglio. Ecco perché, se ieri vi siete persi lo spettacolo delle Perseidi che “cadono” davanti ai vostri occhi, non vi preoccupate: avete solo perso il giorno meno clou di tutti! Già, perché negli ultimi anni il momento migliore per guardare le falling stars non è più il 10, bensì la notte tra il 12 e il 13 agosto. Una novità del nuovo secolo, complici anche le condizioni astronomiche che consentono di dilatare questo fantastico spettacolo anche qualche giorno oltre l’abituale data X.

Ad esempio stasera, 11 agosto, potrebbero esserci condizioni particolarmente favorevoli grazie al novilunio, ovvero la fase in cui la Luna rivolge alla Terra la faccia non illuminata. Cosa significa? Che ci sarà pochissima luce lunare a interferire con quella delle stelle, così come nella notte fra il 12 e il 13. Nuvole permettendo potreste avere la situazione perfetta per poter guardare le stelle, e magari esprimere un bel desiderio!

Leggi anche — > Test: Scopri chi sei dal tuo rapporto con le stelle cadenti

Come osservare le stelle cadenti o “lacrime di San Lorenzo”

Partiamo intanto con una brutta notizia: il calendario lunare è favorevole all’osservazione delle stelle cadenti, ma non è l’annata migliore per osservare questo fenomeno. Quest’anno sarà meno intenso rispetto ad altri anni, come ad esempio il 2004 o il 2016: in quegli anni il pianeta Giove, passando relativamente vicino alle stelle ne ha influenzato parecchio il moto. Le Perseidi vengono anche chiamate “lacrime di San Lorenzo”, sia perché si è sempre identificato il 10 agosto come giorno X sia perché le scie luminose ricordano i tizzoni ardenti su cui San Lorenzo era stato martirizzato. Ma come osservare al meglio le stelle cadenti? Guardare il cielo di notte, meglio se nell’emisfero boreale, evitate i grandi centri urbani dove c’è un enorme inquinamento luminoso. Preferite la campagna o la montagna e cercate posti con meno luce possibile e col cielo più limpido. E preparatevi per la notte tra il 12 e il 13 agosto: meteo permettendo sarà un bello spettacolo!