Home Gossip

Ermal Meta: “non sono un trofeo”

CONDIVIDI
Ermal meta polemica
Fonte: Instagram.com/ermalmetamusic

Ermal Meta dice la sua riguardo la polemica sull’assenza di foto dopo il concerto.

Il rapporto tra fan e artisti è da sempre molto delicato. Sul piatto della bilancia ci sono infatti la devozione di chi segue per anni una persona, sognando con la sua arte e sperando in cuor proprio di incontrarla e ciò che l’artista riesce a dare in cambio, attraverso il suo prodotto e la sua persona. Ovviamente, ognuno ha pretese diverse su ciò che sia giusto ricevere da un dato artista e spesso queste divergenze possono creare delle incomprensioni portando persino a delle spaccature. Ne è un esempio quanto avvenuto in questi giorni tra Ermal Meta e i suoi fan, improvvisamente scontenti del suo atteggiamento. Sembra infatti che il cantante si sia rifiutato più volte di fermarsi a firmare autografi e a farsi scattare foto con loro e la cosa non è piaciuta a molti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Ermal Meta innamorato dopo Silvia? Nuovo amore

Le parole di Ermal Meta, lasciate su Facebook, non riescono a placare la polemica

Fonte: facebook.com/ermalmeta

Forse stanco del trambusto mediatico che stava nascendo sull’argomento del post concerto, Ermal Meta ha deciso di dire la sua, lasciando un messaggio ai suoi fan scontenti tramite Facebook:

“C’è gente che mi scrive di essere rimasta con l’amaro in bocca perché dopo il “bellissimo ed emozionante” concerto non mi sono fermato a fare le foto. Vorrei dire con grande serenità a tutti i delusi dell’ultima ora che non si va ai concerti per poi esibire un trofeo fotografico sul proprio social, ma per vivere un’esperienza. Mettete giù sti telefoni e godetevi le esperienze. Un abbraccio a tutti, con affetto”

Come si può facilmente immaginare, queste parole, che da un lato hanno portato alcuni fan a dargli ragione, dall’altro hanno svegliato tanto altri che si son detti in disaccordo con le parole del cantante. Così tra i tantissimi commenti lasciati in risposta, non sono mancati quelli di una mamma delusa per non essere riuscita a far ottenere un autografo al proprio bambino o quello di fan che hanno puntualizzato come il loro non fosse il bisogno di esibire un trofeo ma il desiderio di incontrare l’artista tanto apprezzato. E a nulla sono valse le parole di altri che hanno ricordato l’esistenza dei firma copie dove poter incontrare l’artista e avere del tempo per scambiare due parole con lui.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Ermal Meta e Cattelan: lo scontro va dal web alla tv

La polemica sembra non essersi affatto placata, anzi. Le parole di Meta potrebbero averla accesa ulteriormente. Resta quindi da capire se ci saranno nuove esternazioni in merito o se la cosa è destinata ad esaurirsi (o a proseguire) da sola.