Home Dieta e Alimentazione

Dieta Malibù: meno 2 kg in sette giorni

CONDIVIDI
Fonte: Istock

Scopri come perdere peso velocemente con la dieta Malibu.

Nonostante l’estate sia già nel pieno del suo splendore, tante persone giunte impreparate alla fatidica prova costume hanno scelto di non perdere altro tempo e di dichiarare da subito guerra ai chili di troppo. Per questo motivo, nonostante l’aria di vacanze e le giornate da trascorrere al mare, sono in molte le donne che hanno deciso di darsi subito da fare seguendo uno tra i tanti rimedi ormai disponibili. Trattandosi di giornate calde e passate spesso fuori casa, la scelta di molte tende ad andare su diete rinfrescanti come quella anti caldo o su altre dedicate ai frutti estivi che più si amano come il piano proposto dalla dieta dell’anguria. Quando si tratta di diete la scelta non manca affatto e sempre restando in tema di vacanze, oggi vedremo insieme la famosa Malibu della quale esistono diverse versioni ognuna basata su modalità diversi. Quello che analizzeremo oggi è tra le più diffuse e si concentra sul consumo di verdure, frutta e poche proteine magre, il tutto con l’aggiunta di tanto sole. La vitamina D ed il potere benefico dei raggi del sole (purché presi con la giusta protezione) sono infatti parte il quarto ingrediente, indispensabile per il corretto funzionamento della dieta.

POTREBBE INTERESSATI ANCHE -> Dieta dei mirtilli, per dimagrire e sentirsi al top

Dieta Malibu, menu settimanale

Dieta malibù
Fonte: Istock

Scopriamo quindi il piano settimanale di questa dieta tanto amata dalle star, dalle donne Americane e sempre più nota anche in Italia dove quest’estate sembra andare alla grande.

Lunedì
Colazione: Un vasetto di yogurt magro senza zucchero con 30 gr di cereali integrali
Spuntino: 300 gr di fragole o altro frutto di stagione
Pranzo: Insalata con verdure miste, pomodorini, cetriolo e 150 gr di tonno al naturale, condita con mezzo cucchiaio di olio extra vergine d’oliva e accompagnata da 30 gr di pane integrale
Merenda: Un frutto di stagione
Cena: 80 gr di bresaola, rucola, 20 gr di scaglie di parmigiano e un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva. 200 gr di melone

Martedì
Colazione: Un centrifugato di frutta realizzato con mezza mela e una banana e due gallette di riso con un velo di marmellata di frutta senza zuccheri aggiunti
Spuntino: Uno yogurt alla frutta senza zucchero
Pranzo: Insalata di riso con 60 gr di riso integrale, verdure sotto aceto, 80 gr di tonno al naturale, un uovo sodo e mezzo cucchiaio di olio extra vergine d’oliva
Merenda: Un frutto di stagione
Cena: Una porzione di formaggio magro con verdure grigliate e condite con mezzo cucchiaio di olio extra vergine d’oliva, da accompagnare con 30 gr di pane integrale

Mercoledì
Colazione: Una spremuta di arancia fresca senza zucchero ed un toast con prosciutto e formaggio
Spuntino: Una barretta di cereali o una barretta proteica
Pranzo: Una grande coppa di frutta mista e 70 gr di yogurt greco che è possibile unire ad una parte della frutta per ottenere un ottimo smoothie da bere
Merenda: Uno yogurt magro alla frutta senza zuccheri aggiunti
Cena: 220 gr di pesce bianco da cuocere al forno o al vapore e un’insalata mista da condire con mezzo cucchiaio di olio extra vergine d’oliva

Giovedì
Colazione: Una tazza di latte parzialmente scremato (anche di tipo vegetale) e 4 fette biscottate integrali
Spuntino: Un vasetto di yogurt magro alla frutta senza zucchero
Pranzo: 120 grammi di mozzarella, insalata mista di verdure condite con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva e 40 gr di pane integrale
Merenda: Un frutto di stagione
Cena: 3 fette di melone e 120 grammi di prosciutto crudo. Insalata mista condita con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva

Venerdì
Colazione: Un centrifugato di frutta realizzato con una mela, 3 o 4 fragole ed un kiwi. Due fette biscottate integrali e un cucchiaino raso di miele
Spuntino: Un pacchetto di cracker integrali e due fette di prosciutto di tacchino magro
Pranzo: 60 gr di riso Venere con 200 gr di gamberetti e 200 di zucchine, il tutto condito con mezzo cucchiaio di olio extra vergine d’oliva
Merenda: Uno yogurt alla frutta senza zucchero
Cena: 120 grammi di pollo ai ferri e un’insalata di pomodori, cipolle e cetrioli condita con mezzo cucchiaio di olio extra vergine d’oliva e accompagnata da 20 gr di pane integrale

Sabato
Colazione: 170 gr di yogurt greco con frutta mista e 15 gr di cereali integrali
Spuntino: Una fetta di pane tostato con un velo di marmellata senza zucchero
Pranzo: 60 gr di pasta integrale con ricotta magra e condita con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva
Merenda: Un frutto di stagione
Cena: 200 gr di pesce bianco cotto al vapore o al cartoccio e un’insalata mista condita con mezzo cucchiaio di olio extra vergine d’oliva

Domenica
Colazione: Una spremuta di arancia fresca senza zucchero e una fetta di pane tostato con due uova strapazzate
Spuntino: Un frutto di stagione
Pranzo: 60 gr di riso integrale con pomodorini e 20 gr di parmigiano, condito con un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva
Merenda: Uno yogurt magro alla frutta senza zuccheri
Cena: 100 gr di salmone affumicato e un’insalata mista condita con mezzo cucchiaio di olio extra vergine d’oliva. Una mela

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Dieta estiva: dimagrisci più facilmente con i menu da spiaggia

Indicazioni per seguire al meglio la dieta

Durante il periodo di dieta (che non dovrebbe superare la settimana) vanno bevuti almeno due litri di acqua naturale al giorno.
Sono concessi anche tè verde e tisane purché senza zucchero.
Oltre all’esposizione al sole (da effettuare con il giusto grado di protezione solare e da effettuare almeno 3 volte a settimana) è consigliato praticare dell’attività fisica come una corsa o una lunga passeggiata sulla spiaggia.
Dopo la settimana di dieta, prima di tornare al proprio regime alimentare è consigliabile continuare seguire lo schema per un’altra settimana aumentandone però le grammature in modo da non riprendere i chili persi.

Pro e contro della dieta

Fonte: Istock

Questa particolare versione della Malibu diet è abbastanza bilanciata, tanto da poter essere seguita per la settimana prevista. Ovviamente, prima di farlo, bisogna essere sicuri di non avere alcuna patologia in atto ed è come sempre consigliabile sentire il parere del proprio medico curante. Per chi ha più di due chili da perdere è invece preferibile un consulto con un nutrizionista in grado di stilare un piano settimanale adatto alla perdita dei chili in eccesso e studiata per mantenere attivo il metabolismo.