Home Attualità

Il mistero del Triangolo delle Bermude: uno studio svela cosa accade

CONDIVIDI
Triangolo delle Bermude
Il triangolo delle Bermude (Wikimedia Commons)

Scoperto il “segreto” che c’è dietro il Triangolo delle Bermude? Una teoria piuttosto interessante sull’argomento

Il famigerato Triangolo delle Bermude: chi di voi non ne ha mai sentito parlare? Da una vita si sviluppano leggende metropolitane sui fenomeni paranormali che porterebbero le navi che attraversano questo spicchio di mare a sparire senza dare una spiegazione e senza essere mai più ritrovate. Ma dove si trova il Triangolo delle Bermude? In pratica si tratta di una zona dell’Oceano Atlantico settentrionale a forma di triangolo, compreso tra l’arcipelago delle Bermude, Porto Rico e il punto più a Sud della penisola della Florida. In quell’area, si dice, se passi con la nave non ne esci mai più. Sono davvero tante le congetture che si sono fatte e le leggende che si sono sviluppate sul Triangolo delle Bermude. Le prime notizie di navi scomparse in quella zona furono ad opera Edward Van Winkle Jones, che in un articolo del 1950 descrisse una situazione nella quale chiunque passasse in quella zona veniva risucchiato e scompariva, senza più lasciare traccia, avanzando anche una ipotesi di fenomeni soprannaturali. In realtà ricerche successive (prevalentemente ad opera di Lawrence Kusche) hanno evidenziato che la percentuale di sparizioni reali non è di molto differente ad altre zone del mare e che in realtà la leggenda era stata alimentata ad arte da scrittori che ne avevano cavalcato l’alone di mistero. Adesso, grazie a uno studio della University of Southampton, il mistero del Triangolo delle Bermude potrebbe essere definitivamente svelato.

Il mistero del Triangolo delle Bermude: ecco perché spariscono navi e aerei

Il triangolo delle Bermude
Il triangolo delle Bermude (Pixabay)

Una ricerca sul Triangolo delle Bermude effettuate da un team di scienziati britannici ha evidenziato che potrebbero essere delle incredibili onde anomale, di circa 30 metri di altezza, a risucchiare sul fondo del mare le navi che passano di là. C’è anche un documentario chiamato ‘The Bermuda Triangle Enigma’ che ce lo spiega. Secondo il sito australiano ‘News.co.au’, i ricercatori avrebbero utilizzato alcuni simulatori indoor per ricreare le stesse onde teorizzate nello studio. Onde che hanno una durata di pochissimi minuti ma che sono ovviamente devastanti, in grado di inghiottire letteralmente una nave anche di enormi proporzioni. Gli scienziati hanno riprodotto un modello della USS Cyclops,  nave militare americana scomparsa il 4 marzo 1918. Effettivamente, nella simulazione, l’imbarcazione è stata risucchiata dal muro d’acqua ed è letteralmente scomparsa sul fondo del mare. La spiegazione scientifica delle onde del Triangolo delle Bermude sarebbero delle tempeste che si uniscono da Sud e da Nord, formando questo strano fenomeno. Secondo i ricercatori una nave coinvolta in questa tempesta potrebbe affondare nel giro di 2-3 minuti e giacere sul fondo del mare per sempre, senza mai più essere ritrovata.