Home Donne

Chi è Daisy Osakue, l’atleta italiana primatista nel lancio

CONDIVIDI
Daisy Osakue – Foto tratta da Getty Images

Tutto su Daisy Osakue, la primatista di lancio del disco, colpita da un lancio di uova a Moncalieri.
Salita agli onori della cronaca a causa di una violenta aggressione nella sua città di residenza, scopriamo qualcosa in più sulla giovane ventiduenne di origini nigeriane. Inizialmente nata come tennista, su consiglio dei suoi allenatori ad appena 12 anni si presentò all’impianto di atletica della Sisport. La prima disciplina alla quale si avvicinò furono le prove ad ostacoli, seguita da Paolo Battaglino, con buoni risultati. La sua struttura fisica le consentì di provare un’alternativa, iniziando la carriera di lanciatrice con numerosi successi fino alla migliore prestazione italiana under 23 nel disco (57.49 ad Abilene, nel mese di marzo), superata dopo quasi 39 anni.

Daisy Osakue, fidanzato e famiglia

Daisy ed il suo papà in una foto tratta dal profilo Instagram dell’atleta

Molto riservata sulla sua vita privata, che custodisce gelosamente, Daisy non ha mai mostrato in pubblico i suoi affetti. Attualmente pare non ci sia alcun fidanzato, ma soltanto tanti amici e colleghi, come risulta anche dalle tante foto pubblicate sui suoi profili Instagram e Facebook. Daisy è molto attiva sui social, dove tiene aggiornati i suoi sostenitori sui progressi e gli allenamenti costanti ai quali si sottopone. Ha acquisito la cittadinanza italiana soltato al compimento della maggiore età e di conseguenza ha potuto finalmente gareggiare nella nostra nazionale. Ha una sorella Angel di 14 anni, anch’essa lanciatrice ed un fratellino di 8 anni. Adora il suo papà Iredia, con il quale spesso si diverte a scattare selfie e che le è accanto in ogni istante: “Sono molto addolorato, mia figlia non ha mai subito aggressioni. Amiamo l’Italia e questa non è l’Italia” ha affermato dopo l’aggressione di Daisy.

L’aggressione e la mobilitazione online

Poco dopo la mezzanotte del 29 luglio 2018, Daisy stava rientrando a casa con alcune amiche dopo un’uscita. Mentre camminavano su Corso Roma a Moncalieri, il paesino alle porte di Torino dove la giovane risiede con la sua famiglia, l’atleta è stata colpita dalle uova lanciate da alcune persone a bordo di una Fiat Doblò, che si è poi dileguata. Soccorsa da personale del 118 e trasportata all’Ospedale Oftalmico di Torino, ha riportato diverse abrasioni ad una cornea. Si temeva che dovesse essere sottoposta ad un’operazione che avrebbe compromesso la sua partecipazione ai prossimi Campionati Europei che si svolgeranno a Berlino a partire dal prossimo 6 agosto: per fortuna i danni riportati sono stati ritenuti guaribili senza alcun intervento e la ragazza potrà presto tornare ad allenarsi. Intanto è scattata l’indignazione sul web: messaggi di solidarietà sono giunti da più parti, anche dalla Juventus, squadra di cui Daisy è tifosa, che le ha dedicato un saluto affettuoso sul suo profilo Twitter augurandole una veloce guarigione.

Il tweet della società bianconera dedicato a Daisy Osakue – Foto Twitter

Daisy Osakue, altezza, peso e curiosità

  • Nome: Daisy Osakue
  • Soprannome: Cacao
  • Data di nascita: 16 Gennaio 1996
  • Età: 22 anni
  • Segno zodiacale: Capricorno
  • Titolo di studio: Liceo Linguistico
  • Luogo di nascita: Torino
  • Altezza: 181 cm
  • Peso: 74 kg
    Foto tratta dal profilo Instagram

    I genitori di Daisy sono due ex atleti nigeriani: il papà è un ex judoka, mentra la mamma era una giocatrice di pallamano. La sua allenatrice è la ex discobola Maria Marello, vincitrice di una medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo nel 1987. Daisy ha studiato al liceo linguistico con indirizzo internazionale ed ha un doppio diploma scolastico, italiano e spagnolo. Attualmente è iscritta alla Angelo University in Texas, dove continua i suoi allenamenti. Adora lo shopping ed ama acconciarsi i capelli con le treccine, spesso sfoggiando pettinature elaborate e tinte vivaci. Si è divertita spesso a posare per la sua amica Sasha Sanchez, mostrando la sua bellezza e la sua spontaneità in foto che celebrano i colori e le sfumature meravigliose della sua terra d’origine.