Home Attualità

Al Bano e Romina truffati: ora però rischiano di finire in tribunale

CONDIVIDI
albano carrisi e romina power
Foto Instagram da https://www.instagram.com/p/Bk-VzLGDXM9/?taken-by=fanpage.rominapower

Al Bano e Romina Power spiegano d’essere stati truffati. Per il concerto annullato però ora rischiano di finire in tribunale.

Continuano le polemiche dopo il concerto annullato a Rimini da Al Bano e Romina Power. Il tutto era previsto per lo scorso 26 luglio ma qualcosa non è andato nel verso giusto. Avrebbero dovuto cantare insieme, uniti come una volta, proprio nel giorno del loro anniversario. I due sono però stati truffati, come hanno ampiamente spiegato in un video pubblicato su Instagram.

Ad organizzare l’evento del Beat Village è stato l’impresario Willer Dolorati, che ha replicato in maniera molto dura alle accuse della coppia di artisti, minacciando Al Bano di querela: “Mi ritengo parte lesa e presenterò querela per diffamazione nei confronti di Al Bano e richiesta di risarcimento per i danni materiali e morali subiti, accusandomi di averlo truffato senza che questo sia mai avvenuto”.

Al Bano e Romina truffati, è polemica

Siamo affranti 😔😔

Un post condiviso da Romina Power (@rominaspower) in data:

L’accusa dei due è rivolta a Dolorati che, a loro dire, non avrebbe rispettato alcuna clausola contrattuale inerente i tanti artisti contattati per una serie di concerti. Da Ranieri alla P.F.M., fino appunto ad Al Bano e Romina, ora però nel mirino dell’uomo, che intende essere risarcito per il danno subito, da lui come dai fan: “Sono arrivati da tutta Italia per assistere, persone anziane, disabili tenute per ore sotto al sole per poi annullare l’evento quando tutto era pronto solo alle ore 19”.

Ai due artisti era stato spiegato che la liquidità non consentiva il pagamento anticipato di 95mila euro. Era stata dunque proposta un’alternativa di pagamento legata agli incassi, che i due avrebbero accettato, salvo poi ripensarci alle ore 19, con l’impresario che si esprime in questi termini in un comunicato stampa: “La trappola l’ha subita la Dock Production LTD e Willer Dolorati allorquando poco prima delle 19 riceveva la telefonata di Al Bano che ordinava di chiudere tutto, non si fa nulla. Alla certezza dell’annullamento del concerto avuta a seguito della conferenza stampa che nel frattempo stavano facendo gli artisti al Grand Hotel, eravamo costretti a chiudere il botteghino ed ad allontanare il personale dallo stesso per evitare il linciaggio da parte dei fans paganti ed all’oscuro della vicenda”.

Il pubblico però, stando ai commenti ricevuti sul profilo ufficiale Instagram di Romina Power, è interamente dalla parte degli artisti, preferendo credere alla loro versione dei fatti.