Home Attualità

Morto Sergio Marchionne: era in “condizioni irreversibili” dal 22 luglio

CONDIVIDI
Sergio Marchionne (Getty Images)

Morto l’ex amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles, Sergio Marchionne. Era in condizioni irreversibili da 3 giorni

Alla fine la notizia è arrivata: è morto Sergio Marchionne. Dopo giorni di notizie sulle sue disperate condizioni cliniche, dopo giorni di speranze vane, il manager Fiat non ce l’ha fatta, ed è spirato nella clinica di Zurigo in cui era ricoverato. Marchionne, 66 anni compiuti a giugno, è morto all’ospedale universitario in Svizzera dove era stato ricoverato il 27 giugno, 2 giorni dopo la sua ultima uscita pubblica, per un intervento alla spalla destra. Dopo quell’intervento la situazione clinica di Marchionne è improvvisamente precipitata per quelle che i sanitari hanno definito “complicanze postoperatorie”. In realtà, stando a quanto rivelato dal suo amico Franzo Grande Stevens, Marchionne aveva anche un tumore alla pleura e, nell’ultimo periodo, la malattia si era aggravata. Poi il coma irreversibile, l’uscita dal Cda Fiat e Ferrari con gli onori di chi lo conosceva bene e già sapeva tutto, infine la notizia della morte. E’ spirato dopo una breve agonia uno dei personaggi più importanti dell’universo economico e imprenditoriale italiano, famoso per aver profondamente rivoluzionato il mondo Fiat, amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles N.V., FCA Italy e Presidente e amministratore delegato di FCA US; di Presidente di CNH Industrial N.V. e Ferrari N.V., oltre che Presidente e amministratore delegato di Ferrari S.p.A.

Leggi anche — > Marchionne, Maurizio Arrivabene: “Dedichiamo a lui la pole di Vettel”

Chi era Sergio Marchionne, l’amministratore delegato di FCA e il presidente della Ferrari

Sergio Marchionne nasce a Chieti nel 1952. A 14 anni si trasferì con la sua famiglia in Ontario, Canada. Laureatosi in filosofia presso l’Università di Toronto, prende poi anche la laurea in legge. All’inizio degli anni Ottanta lavora per la società Deloitte Touche e in altre simili, fino al febbraio del 2002, quando diventa Amministratore Delegato della SGS di Ginevra. Nel 2003 la chiamata della Fiat, su designazione di Umberto Agnelli. Dal 1 giugno 2004, dopo la morte di Agnelli, Sergio Marchionne diventa Amministratore delegato del gruppo FIAT, in seguito denominata Fiat Group Automobiles. Ha ricoperto inoltre la carica di Presidente di Fiat Industrial S.p.A., e presidente Ferrari. Nel 2012 è risultato essere il manager più pagato in Italia, tra le società italiane allora quotate in Piazza Affari. Il 25 luglio del 2018 viene data la notizia della morte di Sergio Marchionne a causa di complicanze post-operatorie di un intervento alla spalla.