Home Attualità

I selfie stanno facendo impazzire la gente?

CONDIVIDI

Cosa non si fa per un bel selfie da condividere sui social. In onor dei selfie lcune persone sembrano dimenticare anche il rispetto dei diritti altrui, cose come questa sono inaccettabili.

Questo squalo tigre ha rischiato di morire perchè è stato portato fuori dall’acqua e messo sulla spiaggia per permettere ai villeggiatori di farsi dei selfie con lui.

Selfie che passione, ma fino a che punto siamo disposti ad arrivare per un selfie?

La passione per i selfie sta superando molti limiti, come quello della sicurezza personale. Una settimana fa infatti una ragazza è stata morsa da uno squalo per farsi un selfie perfetto in mezzo ad un branco di squali da condividere sui social, ma non sempre i selfie causano problemi legati aklla sola incolumità personale, purtroppo la ricerca del selfie perfetto annebbia il raziocinio delle persone che finiscono per perdere la cognizione del rispetto altrui, come nel caso di quest’uomo che alla stazione di Piacenza ha indignato molti postando un suo selfie sui binari con donna investita dal treno. 

Animali a rischio per colpa dei selfie

A rimetterci a causa dei selfie sono anche gli animali.

E’ questo il caso di uno squalo tigre a New York che a causa di un selfie stava per rimetterci e pinne.

Su una spiaggia di New York a Fire Island, i turisti hanno trascinato uno squalo tigre fuori dall’acqua per … farsi un selfie.

Pochi minuti prima stava nuotando pacificamente, pochi minuti dopo era sull’orlo della morte. Trascinato sulla spiaggia, questo squalo tigre non poteva sfuggire. In pochi attimi, una folla di persone si è raccolta attorno all’animale per scattare una foto con lui agonizzante. Lo squalo è rimasto per lunghi minuti sulla sabbia prima di essere rilasciato nell’oceano. Anche se è stato rilasciato, non vi è alcuna indicazione che l’animale sia in buona salute. Vedere l’animale che nuotava dopo aver fatto delle foto non significa che sopravviverà nelle ore a venire. Secondo gli esperti questa cattura potrebbe benissimo costare la vita ad uno squalo tigre.

Un folle gesto che si poteva evitare

Per un ambientalista o per un animalista questo gesto in nome di un selfie è assurdo e da evitare, per altri non è così. All’inizio di questa settimana su quella stessa spiaggia a Fire Island, due bambini del posto erano stati morsi dagli squali, le loro vite non sono in pericolo, ma questi attacchi sono probabilmente il fattore scatenante di questo evento. Spesso, dopo che si sono verificati attacchi di squali, la folla si alza e caccia lo squalo. Tuttavia, le possibilità di identificare correttamente l’animale responsabile rende gli attacchi inutili.

Lo squalo tigre è una specie che caccia principalmente banchi di pesci. A volte, la preda li conduce in acque poco profonde dove possono incrociare gli uomini, mordendoli per errore.

Nonostante gli eventi, nulla giustifica un simile gesto da parte del peccatore. Non è la prima volta che si verifica un tale abuso, qualche mese fa, è toccato ad un cucciolo di delfino morire per scattare delle foto. Il delfino si era addentrato nelle acque poco profonde di una spiaggia turistica in Spagna, Molti turisti si sono precipitati a toccarlo e farsi delle foto con lui, qquando un ente per la protezione degli animali è arrivata sul posto non ha potuto che constatarne la sua morte: “molte persone sembrano incapaci di provare empatia per un essere vivente che è spaventato, affamato, privato di sua madre e terrorizzato”, ha denunciato l’ente Equinac sulla sua pagina Facebook. Egoisticamente, tutte queste persone volevano approfittare della sua vulnerabilità per fotografarlo e toccarlo, nessuno ha pensato che lo stress e la sofferenza poteva essergli fatale

La legge impone ai pescatori di rilasciare immediatamente gli squali se vengono catturati accidentalmente. Portare lo squalo fuori dall’acqua oltre il suo habitat naturale è severamente vietato. Queste specie sono in via di estinzione