Home Attualità

Adotta un bambino abbandonato perchè diverso, oggi la sorpresa

CONDIVIDI

Sarah Conque è un’eroina, nel 2014 ha adottato Nika, una neonata abbandonata perchè diversa.

Nonostante le avessero detto che Nika stava per morire si è presa cura di lei e oggi la vita la ripaga così, con una incredibile trasformazione per Nika.

Nina, una bambina miracolata

Sarah è una volontaria, con la vocazione di aiutare i bambini con disabilità. Nel 2013, a 28 anni si è trasferita dagli Stati Uniti ad Haiti, per lavorare come terapista ricreativa missionaria presso un centro medico pediatrico. Sarah ha lavorato con molte famiglie e i loro figli, tra cui una bambina molto speciale di nome Nika.

Tutto è iniziato nel gennaio del 2014, quando una giovane donna entrò nel centro dove lavorava di Sarah con in braccio una bambina di tre mesi di nome Nika. Nika soffriva di una gravissima condizione cerebrale chiamata idrocefalia, che causa un accumulo di liquido cerebrospinale nel cervello. La sua testa era gonfia e ingrandita, aveva bisogno di cure mediche immediate. Tuttavia,  la madre naturale era più preoccupata dello stigma attribuito ai bambini disabili che non quello di curare sua figlia. In Haiti molte persone attribuiscono la disabilità a una maledizione che diventa contagiosa se si tocca la persona disabile. La donna aveva tentato di interrompere la gravidanza bevendo veleno, poi ha cercato di vendere Nika al governo per fare delle”ricerche”.

Sarah continuò a lavorare con Nika e sua madre, la bambina era malnutrita non a causa della sua diagnosi, ma a causa della grave negligenza. Nell’agosto del 2014, Sarah fu sconvolta nel trovare Nika completamente sola all’interno della sua casa, sdraiata su un sacco di riso e circondata dalla spazzatura. Aveva undici mesi. Sarah convinse la madre di Nika a farle portare via Nika e darle le cure che meritava.

Una nuova vita per Nika

“La prima settimana in cui Nika era nelle mie mani, mi ha colpito quanto fosse trascurata e malnutrita questa dolce neonata”, ha scritto Sarah sul suo sito web, Little Warrior Nika. Era in condizioni deplorevoli, i medici le hanno detto che Nika stava morendo e che solo un miracolo avrebbe potuto salvarla.

“Miracolo dopo miracolo, ha continuato a sopravvivere”, ha scritto Sarah.

Nel febbraio 2015, dopo sei mesi passati a custodire la bambina 24 ore su 24, Sarah è diventata ufficialmente il tutore legale di Nika. Si è dedicata a prendersi cura di lei per sempre, insieme al suo compagno Stephen.

“Nika ora ha una famiglia premurosa e attenta con cui festeggiare le vacanze. Stephenè dolce e tenero con Nika.Non so dove sarei senza il suo supporto.”

Una incredibile trasformazione!

Nika si è sottoposta alla sua seconda neurochirurgia e ha subito un impianto di shunt VP, che ha drasticamente migliorato la sua qualità di vita. La sua circonferenza della testa è diminuita di quasi 5 cm e ha perso cinque chili in peso fluido!

Nika Non avrebbe dovuto sopravvivere alla malnutrizione … ma oggi si è alzata …. Non avrebbe dovuto alzarsi a causa delll’idrocefalo … Ma oggi ha alzato la testa … Non avrebbe dovuto vivere con la maggior parte del suo cervello mancante …. MA DIO, è qui! 

Sono passati due anni da quando Sarah ha adottato Nika. A due anni, Nika continua a sfidare le probabilità di sopravvivenza e fare progressi incredibili. Attualmente vive con Sarah nel sud della Louisiana. Migliaia di persone in tutto il mondo stanno seguendo la storia di Sarah e Nika, mostrando a Nika di essere “degna di essere pregata e amata”. Dio benedica Sarah per essersi fatta avanti e aver dato a Nika tutto l’amore e le cure che merita. 

Ti potrebbe interessare anche—>Florida, ragazzina circondata da alligatori si salva miracolosamente