Home Vegana

Riso di cavolfiore, una ricetta vegana gustosa e leggera

CONDIVIDI

Come preparare il riso di cavolfiore Una ricetta leggera e vegana, perfetta per diventare la base di gustose preparazioni. Il riso di cavolfiore un’alternativa al classico cereale, perfetta per chi vuole restare leggero, vuole seguire una dieta a basso contenuto di carboidrati e sopratutto ama la cucina verde. 

Il risotto di cavolfiore è una ricetta base che stupirà e conquisterà il palato al primo assaggio. Un’alternativa al primo piatto che può essere sfruttata sia in estate per un’insalata di riso davvero particolare, che in inverno, condito con verdure e arricchito dei sapori di salse e spezie.

L’ingredienti principale di questa ricetta, il cavolfiore, ortaggio ricco di proprietà nutrizionali, antitumorali e ottimo rifornimento di minerali e vitamine. L’ideale per un piatto a basso contenuto di grassi ma ricco di nutrienti.

Come preparare il risotto di cavolfiore

Preparare un ottimo riso di cavolfiore sarà davvero semplice e veloce e una volta ottenuto questo ‘finto cereale’, potrà essere utilizzato per preparare fresche insalate, perfette per le giornate estive, anche da gustare sotto l’ombrellone. La ricetta infatti, priva di carboidrati, risulterà davvero leggera.

Gli ingredienti:

  • un cavolfiore bianco
  • cipolla rossa
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale quanto basta
  • olio extravergine di oliva

Per prima cosa, lavare e ridurre a cimette il cavolfiore. Tagliare la cipolla a pezzi e tritarla con l’ausilio di un frullatore, quindi aggiungere il cavolfiore, utilizzando la lama a mandolina per ridurre la verdura a julienne. Utilizzare una mandolina manuale se non si possiede un frullatore adatto a questo tipo di taglio.

Dopo aver tritato il cavolfiore e la cipolla, mettere in padella a rosolare dell’olio e lo spicchio d’aglio ed aggiungere il cavolfiore lasciandolo in cottura. Passati i primi cinque minuti, salare la preparazione e completare la cottura.

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Insalata di patate con pomodori e cipolla di Tropea

Dopo aver completato la cottura, il ‘finto riso’ è pronto e potrà essere condito ed arricchito con tanti ingredienti, dando vita a tantissime ricette ricche di fantasia.

Fonte: duecuorieunacappa