Home Dieta e Alimentazione

Perdi fino a 5 kg con la dieta delle arance

CONDIVIDI
Fonte: Istock

Perdi peso facilmente con la dieta delle arance.

Quando si parla di frutti, uno tra quelli considerati più sani è l’arancia. Ricca di vitamina C, l’arancia è ottima per rafforzare il sistema immunitario, per contrastare l’invecchiamento e per prevenire determinate patologie come, ad esempio, quelle tumorali. Come se non bastasse, aiuta anche ad accelerare il metabolismo, migliorando la qualità dell’epidermide e rafforzando la vista.
L’arancia, oltre ad essere un frutto apprezzato da grandi e piccini e decisamente versatile, è ottima nelle diete. Consumarla, infatti, aiuta a bruciare i grassi, apporta un buon quantitativo di vitamine e dona carica ed energia.
Perfetta da mangiare durante l’inverno si rivela particolarmente utile anche in estate dove, grazie alla sua freschezza, aiuta a portare un po’ di sollievo dal caldo. Inoltre, non è da sottovalutare il suo essere altamente poliedrica. L’arancia infatti è ottima al mattino sotto forma di succo, buona da consumare ai pasti o come spuntino e perfetta in un’insalata diversa dal solito e ricca di sapore. Oggi, quindi, nel proseguire con le diete a base di frutti, dopo aver visto quella dell’anguria e la dieta delle pesche, scopriremo come fare a perdere peso facilmente con la dieta delle arance.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Perdi peso velocemente con la dieta del kiwi

Perdi peso rapidamente con la dieta delle arance

Fonte: Istock

La dieta delle arance è un regime ipocalorico che in un giorno apporta circa 1400 calorie. La scelta di alimenti sani può portare quindi a perdere dai 3 ai 4 kg in una settimana, raggiungendo anche i 5 se ad una corretta alimentazione si unisce anche un minimo di attività fisica come qualche sessione di palestra, una corsa o delle camminate veloci, il tutto per un impegno di almeno mezz’ora al giorno. Ma vediamo un menu tipo per capire cosa mangiare nell’arco della settimana senza essere vincolati ad un menu fisso. Dopotutto, in estate, è preferibile sentirsi liberi anche sotto questo aspetto, imparando a modulare e a gestire la dieta al fine di renderla compatibile con i vari impegni.

Colazione: Un succo d’arancia e due fette di pane integrale tostato con del formaggio magro spalmabile.
In alternativa si possono inserire due albumi strapazzati o dell’affettato magro di tacchino. Quest’ultimo, però, non va inserito ogni giorno.
Spuntino: Un’arancia
Mezz’ora prima del pranzo: Un succo d’arancia
Pranzo: Insalata mista con tonno al naturale, mezza arancia e qualche oliva con 30 gr di pane integrale. Un’arancia.
In alternativa è possibile sostituire il tonno con del pollo o con degli albumi strapazzati. Un paio di volte a settimana è possibile consumare 50 gr di pasta o riso integrale con zucchine e gamberetti da accompagnare ad una porzione piccola di proteine (come carne, pollo, tofu, o bresaola) ed un’arancia.
Merenda: Una piccola macedonia di frutta mista dove ci sia anche l’arancia ed una manciata di frutta secca.
Mezz’ora prima della cena: Un succo d’arancia
Cena: Una porzione di pesce ai ferri con verdure grigliate di stagione. Un’arancia.
In alternativa, la porzione di pesce, durante la settimana, può essere sostituita a rotazione con pollo, carne magra, una porzione di formaggio magro, due uova, del seitan e del tofu, possibilmente al naturale e senza troppi ingredienti o grassi aggiunti.

Avvertenze
Ad ogni pasto può essere aggiunto un cucchiaio di olio extra vergine d’oliva, fatta eccezione per le cene a base di uova o formaggio dove ne andrà inserito mezzo.
È necessario bere molta acqua.

Pro e contro della dieta delle arance

Fonte: IStock

Questa dieta è abbastanza bilanciata, tanto da poter essere seguita se solo per una settimana. Protrarla più a lungo potrebbe portare ad un rallentamento del metabolismo, cosa che alla lunga invece di far perdere peso porterebbe ad accumularne di nuovo.
Una volta terminata la settimana, si potrà tornare ad un’alimentazione normale, che potrebbe basarsi su questa ma con l’aggiunta di yogurt magro per gli spuntini e con l’aumento graduale delle porzioni. Per capire quanto mangiare esattamente occorre infatti trovare il giusto range nel quale non si perde peso e non se ne prende. A questo punto, sarà facile gestire la propria alimentazione, stando sempre attente a non eccedere con alimenti poco sani ma a non esagerare dal lato opposto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Dimagrire velocemente con la dieta della macedonia

Come sempre, prima di iniziare la dieta, è preferibile sentire il proprio medico curante e se possibile un nutrizionista in grado di modularla secondo le esigenze personali, aumentandone così i risultati positivi.