Home Attualità

Niccolò Bettarini lascia l’ospedale: il post commovente di papà Stefano

CONDIVIDI
niccolò bettarini
Foto da instagram @mr_bettarini

Niccolò Bettarini esce dall’ospedale e si gode un po’ di riposo con papà Stefano

Fuori dal tunnel. Niccolò Bettarini sta recuperando pian piano, a due settimane dalla assurda aggressione subita il 30 giugno scorso a Milano, all’uscita di una discoteca. Niccolò sorride su Instagram, fotografato da papà Stefano Bettarini, che sta passando con lui un po’ di tempo dopo aver temuto di perderlo per sempre. Il giovane Niccolò Bettarini ha deciso di organizzare così il suo recupero, con gli affetti più cari, suo papà e la fidanzata, Nicoletta Larini. Un papà Bettarini in vena di un po’ di romanticismo, come è giusto che sia dopo momenti così difficili: “Dai a ogni giornata la possibilità di essere la più bella della tua vita”. Questo scrive Stefano su Instagram accompagnando la foto del suo bambino, che in realtà bambino non è più. La famiglia Bettarini si gode un po’ di vacanza, dopo un’esperienza che ha segnato tutti profondamente e che ha forse focalizzato l’attenzione su ciò che conta davvero. Perché certe cose, per quanto possano essere drammatiche, hanno sempre la funzione di farci focalizzare l’attenzione su ciò che nella vita conta davvero.

Leggi anche — > Niccolò Bettarini rompe il silenzio: “Ti ammazziamo, erano più di 10”

Niccolò Bettarini, il messaggio dopo le dimissioni dall’ospedale

niccolò bettarini

Proprio per Niccolò Bettarini l’aggressione è stata sicuramente un episodio importante, che l’ha segnato nel profondo e gli ha dato tanta forza. Rischiare così chiaramente la morte e salvarsi combattendo come un leone è un po’ una liberazione, per certi versi un’epifania. Lo dimostra anche il messaggio che Niccolò ha dedicato ai suoi followers una volta uscito dall’ospedale Niguarda di Milano, dove è stato ricoverato: “Non sono mai stato bravo a raccontarmi. Ma, ora che sto migliorando, sento che sia giusto e doveroso dire diverse cose”. Esordisce così nel suo post, dove in prima linea c’è ancora la sua bella famiglia: “Innanzitutto voglio in questo momento ringraziare la mia famiglia che mi è sempre stata vicino, nei momenti felici come in quelli brutti. Nessuno come lei ha saputo trasmettermi quella forza che mi ha permesso di non mollare mai. Sono un ragazzo fortunato e, mai come ora, sento veramente di esserlo, non solo per il fatto di essere qui a scrivervi questo post, ma anche perché so di avere degli amici che mi hanno salvato la vita”.

L’amicizia, un valore che per Niccolò Bettarini è sempre stato imprescindibile e che stavolta stava per costargli caro, visto che per aiutare degli amici è finito in ospedale: “Sono cresciuto credendo nell’amicizia, è un valore fondamentale nella mia vita e farei qualunque cosa se degli amici fossero in difficoltà. Sarò sempre grato al pronto intervento dell’ambulanza e del trauma team dell’Ospedale Niguarda di Milano. Da questa esperienza esco più forte di prima, con la consapevolezza di aver rischiato tanto. Ringrazio, inoltre, la questura e le forze dell’ordine per il lavoro che stanno svolgendo. Grazie a tutti per l’affetto che ci avete dimostrato. Ricordate sempre di essere voi stessi ma soprattutto, ricordate chi siete”.