Home Attualità

Il modo in cui ha mantenutoin vita i baby calciatori diventa virale!

CONDIVIDI

Il modo in cui questo allenatore di calcio ha tenuto invita per 18 giorni i 12 ragazzi, intrappolati in una grotta tailandese, diventa virale.

Alcune settimane fa la storia straziante dei 12 baby calciatori ed il loro allenatore intrappolati in una grotta in Tailandia ha catturato l’attenzione mondiale.Ora sono tutti salvi. Il modo in cui il loro allenatore ha gestito la situazione e dato forza ai ragazzi sta facendo il giro del web.

Thailandia, 12 Baby calciatori intrappolati in una caverna

Questi ragazzi, di età compresa tra gli 11 e i 16 anni, e il loro allenatore venticinquenne erano dispersi da diversi giorni. Dopo che le biciclette dei ragazzi furono trovate vicino all’ingresso di una grotta, divenne chiaro che l’acquazzone torrenziale li aveva presi alla sprovvista e che erano rimasti intrappolati nella caverna dove con molta probabilità erano entrati per trovare rifugio.

Ci sono voluti 9 giorni di intensa operazione di salvataggio  per trovare i ragazzi vivi e altri 9 giorni per portarli in salvo. Esperti internazionali di salvataggi in caverne hanno collaborato per trarre in salvo questi ragazzi. Le operazioni si salvataggio erano talmente complicate che un‘esponente della Marina Tailandese ha perso la vita durante le operazioni di soccorso.

Tuttavia dopo 18 giorni in cui i ragazzi ed il loro allenatore erano rimasti intrappolati nella caverna l’incubofinisce, i dodici baby calciatori e il loro allenatore sono stati finalmente salvati.

L’allenatore, tra accuse e lodi

Le immagini dei loro genitori colmi di gioia per aver potuto riabbraacciare i loro figli parlano da sole eppure molte persone hanno accusato l’allenatore dei ragazzi Ekkapol Chantawong di negligenza. Con molta probabilità le autorità addebiteranno al ragazzo l’intero costo delle operazioni di salvataggio. In difesa di Ekkapol, l’utente di Twitter yvvonelim9 ha pubblicato una discussione sull’allenatore e ha raccolto alcuni fatti molto importanti. Nonostante sia stato accusato di comportamento irresponsabile portando i bambini nella grotta, sembra ovvio che Ekkapol abbia svolto un ruolo importante nel mantenere in vita i bambini intrappolati.

Secondo quanto riferito dall’ospedale, l’allenatore dal cuore gentile era il più malnutrito perché regalava la sua parte di cibo ai bambini, inoltre nella grotta insegnava ai ragazzi a meditare per aiutarli a conservare energia e mantenere alto il morale finché non fossero stati salvati. Grazie al loro allenatore i ragazzi non hai mai perso la speranza e nonostante la precarietà della situazione non si sono mai gettati nello sconforto.

Ti potrebbe interessare anche—>Modella morsa da uno squalo per realizzare lo scatto perfetto!