Home Attualità

USA: magliette anti-Trump creano tumulto, ritirate dalla vendita!

CONDIVIDI

Clamoroso tumulto scoppiato in America a causa di queste magliette.

Il gigante americano della distribuzione Wal-Mart ha annunciato Martedì il ritiro dalla vendita delle T-shirt con la stampa “Impeach 45”, (accusa 45) che fanno riferimento a Donald Trump,  45esimo Presidente degli Stati Uniti e hanno creato proteste da parte dei social media e richieste di boicottaggio del rivenditore.

Le magliette “Impeach 45”

La scoperta di queste t-shirt e body per bebè sul sito di vendita online di Walmart, ha innescato un torrente di critiche su Twitter:

Walmart ha il diritto di vendere magliette (Destituez 45), ma come consumatori abbiamo il diritto boicottarlo per averlo fatto. Questo è il bello del capitalismo” ha spiegato Ryan Fournier, presidente della Trump Student Organization, in un messaggio con l’hashtag di #BoycottWalmart.

Il 2 luglio, Ryan Fournier, un avvocato di Trump, ha messo in agitazione Twitterverse puntando il dito sulle magliette ‘Impeach 45′ vendute dalla Walmart chiedendo a @walmart “perché vendi vestiti per bambini Impeach 45 sul tuo sito web ?????”

Quando il tweet divenne virale, i sostenitori di Trump hanno utilizzato la piattaforma dei social media per esprimere la loro frustrazione, usando l’hashtag “#boycottWalmart”. Le reazioni andavano dal chiamare Walmart ‘non patriottico’, a imprecare sulla società.

La nuova linea di abbigliamento di Walmart, prodotta da aziende di terze parti, non sembra far parte di alcun programma politico aziendale mirato. Il rivenditore vende anche gadjets con lo slogan “Make America Great Again” e “Donald Trump Speaks For Me” a favore di Trump.

Martedì, un portavoce del marchio Wal-Mart ha annunciato su Twitter che gli articoli incriminati non sono più in vendita e non sono più visibili sul sito web: “Questi articoli sono stati venduti da un fornitore esterno sul nostro sito web, e non sono stati venduti da Wal-Mart. Abbiamo rimosso tali articoli giusto il tempo di rivedere le condizioni di vendita del nostro sito commerciale” ha spiegato.

Le magliette “Impeach 45” e il bacio della morte per walmart

Trump guerra fredda
Donald Trump – Getty Images

Indipendentemente da ciò, l’abbigliamento “Impeach 45” è stata una mossa rischiosa per Walmart a causa dei molti sostenitori di Trump che hanno preso di mira il negozio, afferma Eric Schiffer, presidente di Reputation Mangement Consultants:

“Walmart ha acceso la fiaccola della guerra “, ha detto Schiffer. “Attaccare il presidente è il bacio della morte”.

Maurice Schweitzer, professore alla Wharton School of Business presso l’Università della Pennsylvania, ha detto che la compagnia non dovrebbe essere troppo preoccupata per il boicottaggio, in quanto “non ci sono molte altre buone alternative a Walmart” per molte persone inoltre per fortuna i boicottaggi raramente hanno effetti di lunga durata.”

Walmart deve evitare di “alienare i suoi consumatori”

Donald Trump (Getty Images)

Neil Saunders, responsabile della società di consulenza Retail di GlobalData, ha dichiarato che la decisione del gruppo Walmart di vendere queste magliette doveva essere eitata in quanto: “Molti negozi si trovano in aree considerate votanti repubblicane” e il management di Walmart deve evitare di “alienare una larga fetta dei suoi consumatori”. Walmart a tali accuse risponde che magliette recanti la scritta “Destituz 45” sono anche in vendita su altri siti commerciali, come il gigante Amazon.

Non è la prima volta che si verificano episodi del genere.La distribuzione il numero 1 in tutto il mondo Walmart, fece scandalo nel 2017 con la vendita,  sul suo sito web e tramite un fornitore esterno, di altre t-shirt con la scritta “Rope. Tree. Journalist”,(fune, albero, giornalista) in riferimento ai rapporti tesi tra Donald Trump e i grandi mezzi di informazione. Anche in quella occasione i gadjets furono rimossi dalla vendita.

Ti potrebbe interessare anche—>Melania Trump contro le politiche sull’immigrazione del marito; VIDEO