Home Attualità

Pontida, Bossi contro i meridionali: “Vogliono solo essere mantenuti”

CONDIVIDI
Umberto Bossi
Umberto Bossi (Getty Images)

Pontida, attacco di Bossi a Salvini: “Non va da nessuna parte. I meridionali? Saranno sempre dei mantenuti”

Ci voleva uno della “vecchia guardia” come Umberto Bossi per ricordare alla Lega da dove è venuta e da quali istanze è nata in realtà. La convention di Matteo Salvini a Pontida ha avuto un grandissimo successo, con gente venuta da ogni parte d’Italia per acclamare il leader del partito più in ascesa nei sondaggi. Matteo Salvini sta ormai lavorando per una ‘Super Lega’ che abbracci anche gli altri movimenti populisti europei, ma è una strada che non sembra piacere ad Umberto Bossi.

L’ex leader leghista ha analizzato al ‘Corriere’ la situazione attuale e in particolare si è espresso con toni particolarmente critici nei confronti dei tanti meridionali accorsi al raduno di Pontida per sostenere la Lega, quella che un tempo – non a caso – era la Lega Nord: “Guardi, ho visto solo un sacco di gente interessata ad essere mantenuta. Parliamoci chiaro: non c’è una Regione del Sud che riesca a pagarsi la propria sanità. Cosa si vuole, che si continui a caricarla addosso alle regioni settentrionali?”. Critiche dirette ad una manifestazione alla quale lui era assente quantomeno ‘sospetto’. Ma Bossi la spiega così: “Se mi è dispiaciuto non esserci? Non mi sentivo bene, con questo mal di schiena…”.

Leggi anche — > Renzo Bossi, rivelazione shock durante il processo per i fondi della Lega

Pontida, Bossi parla di Salvini e della “nuova” Lega

Umberto Bossi
Umberto Bossi (Getty Images)

Un Bossi più scettico che mai. Sul nuovo corso leghista, sull’incontro di Pontida e su questa volontà di essere trasversali che probabilmente ai suoi occhi va un po’ a snaturare quella che è la sua visione politica, trasmessa alla Lega Nord al momento della fondazione di cui è stato principale fautore: “Salvini ha fatto il pienone? E certo, se ci porti anche l’Africa… Ma non la vedo come una gara a chi porta più gente. Dalla Lega ci si aspettano risposte chiare ai problemi. La storia sta andando da un’altra parte. Non basta parlare. La Lega Europea? Ma come potete pensare che francesi o tedeschi si facciano mettere il cappello in testa da noi italiani? Su dai, guardiamo in casa nostra e rispondiamo alla nostra gente. Quella del Nord, eh…”

Parole forti, come sempre quando si tratta di Bossi. Che mostra di condividere ben poco delle posizioni assunte da Salvini finora: “Se tutti i giorni fai una promessa e sollevi polveroni qualcuno finisci per tirarlo dalla tua parte. Ma i cittadini mica sono stupidi. Oggi ti votano, domani ti voltano le spalle se non mantieni tutte le promesse che hai elargito. I sondaggi? Ai sondaggi non ci ho mai creduto: la gente vota alle urne”. C’è spazio anche per un giudizio su questo primo mese di Governo Conte, nato da una coalizione che contempla anche la sua Lega: “Mah… Finora non hanno fatto niente”.