Home Attualità

Fecondazione in vitro, la scelta di Carolyn dopo un incredibile errore

CONDIVIDI
Feto, ecografia (Thinkstock)

La storia di Carolyn Savage, che ha scelto la fecondazione in vitro ma poi si è trovata di fronte ad una scelta difficile

Una storia di amore e di caparbietà senza eguali ci arriva dagli Stati Uniti. Loro si chiamano Sean e Carolyn Savage e sono marito e moglie, nonché genitori di alcuni bellissimi bambini. All’epoca dei fatti avevano tre figli e ne volevano a tutti i costi un quarto. Ci provavano in tutti i modi, senza mai riuscirci. Era davvero frustrante: ogni mese Carolyn provava a fare il test e risultava negativo, o magari arrivava il ciclo mestruale a togliere ogni dubbio. Anni di tentativi a vuoto, e in quei pochi casi in cui magari il tentativo andava a buon fine sopraggiungeva un aborto spontaneo e la gravidanza si chiudeva prima ancora di poterci sperare. Ma Carolyn non mollava, voleva fortissimamente questo quarto bambino e continuava ad insistere.

Erano passati ben 10 anni dall’ultimo figlio, ma la volontà di farcela era troppo forte. Per questo Sean e Carolyn hanno deciso di tentare la fecondazione in vitro. Un trattamento che, dopo alcuni tentativi, ha dato loro la gioia tanto sperata: è nata Mary Kate ed è stata una gioia incredibile. Tanto che Carolyn ha deciso di provarci ancora, sempre con la fecondazione in vitro e sempre ottenendo il risultato tanto atteso: la donna era incinta, per la quinta volta, ma stavolta un incredibile errore l’avrebbe messa parecchio in difficoltà.

Leggi anche —- > Malasanità: aborto “sbagliato” in ospedale, shock per la donna quando torna a casa.

L’errore della fecondazione in vitro e la scelta di Carolyn Savage

Ben presto Carolyn scoprì di essere di nuovo incinta, ma il medico la chiamò e le comunicò di aver commesso un terribile errore: c’era stato uno scambio di embrioni e per questo motivo Carolyn era incinta, sì, ma non di suo figlio. Una situazione che non lasciava altre possibilità di scelta: o abortire o portare in grembo il figlio di altri genitori, ai quali poi avrebbe dovuto consegnarlo. Lei ovviamente scelse la seconda opzione, portò avanti la gravidanza e finalmente partorì Logan, con un taglio cesareo. Lo diede ai veri genitori, com’era giusto, ma per lei sarebbe rimasto “sempre il mio bambino”. Una scelta dolorosa, ma enormemente coraggiosa, quella di non procedere con l’aborto. Una scelta che poi le fu premiata con una grande sorpresa.

Già, perché dopo un po’, a 45 anni, Carolyn scoprì di essere di nuovo incinta, stavolta senza fecondazione in vitro, in modo del tutto naturale. Evidentemente un “premio” divino per tanta caparbietà, per tanta generosità e tanta voglia di fare del bene. Ora Carolyn, Sean e i loro figli sono una bellissima famiglia felice. Felice, e piena d’amore!

 

SalvaSalva