Home Attualità

Quel dettaglio impercettibile che indica un possibile tumore

CONDIVIDI
Emma e Justin dopo il matrimonio

Una storia molto toccante, che ci arriva dal Regno Unito. Justin Cotillard e sua moglie Emma si erano appena sposati ed erano le persone più felici del pianeta, tanto che stavano progettando un viaggio intorno al mondo che sarebbe durato ben due mesi. Non avrebbero mai pensato che sarebbe potuto accadere ciò che poi è accaduto. Un giorno Emma, che era incinta al settimo mese, è entrata nella sua stanza e suo marito Justin le ha gridato di uscire: non l’aveva riconosciuta. La visita medica con risonanza magnetica rivelò che Justin aveva un tumore cerebrale molto aggressivo, che gli sarebbe stato letale. Secondo i medici, nella migliore delle ipotesi, la chirurgia e la chemioterapia potevano garantirgli 2 anni di vita.

La piccola Mia, la loro figlia, è nata con 5 settimane di anticipo, anche a causa dello stress che Emma stava subendo, e con la nascita della bimba le cose hanno iniziato a migliorare. Ma è stato un miglioramento che è durato davvero poco. Justin ha iniziato la chemioterapia proprio in quei giorni, ma non ha dato gli effetti sperati. Dopo 4 mesi il tumore aveva sviluppato varie metastasi, gli restavano solo 2 settimane di vita e i dottori hanno consigliato a Emma di portarlo a casa. Ma Justin ha lottato come un leone, vivendo altri 7 mesi. Poi, dopo l’ultimo saluto alla sua piccola Mia, è spirato.

Leggi anche — > “Combatto il cancro vivendo e sorridendo sempre”

La storia di Emma e Justin e quel dettaglio che indicava il tumore

Emma Justin tumore
Emma e Justin dopo il matrimonio

L’esperienza della malattia ha segnato fortemente Emma, che è rimasta vedova giovanissima e ha iniziato a dedicare molto tempo a varie organizzazioni che combattono il cancro. Il suo obiettivo è quello di dare la sua esperienza a chi sta vivendo un dramma simile al suo, e magari aiutare a prevenire possibili malattie analoghe. Anche perché, dopo tanto tempo, guardando la foto del matrimonio si è ricordata di aver notato alcuni comportamenti strani di Justin, che aveva attribuito all’emozione per l’evento. Inoltre notò che una delle guance del marito era affondata un po’, segno che indicava il sopraggiungere del tumore. Magari se se ne fossero accorti prima Justin si poteva salvare, o magari avere un decorso più lungo e meno doloroso. Che l’esperienza di Emma possa servire per aiutare chi si ritrova purtroppo nella sua stessa situazione.