Home Attualità

Mantova, una donna in coma da 3 mesi dà alla luce una bimba

CONDIVIDI
donna in coma Mantova
L’Ospedale Carlo Poma Mantova

Una donna di Mantova, in coma da tre mesi, ha appena partorito una bambina

Evento davvero eccezionale, quello che si è verificato a Mantova, Ospedale Carlo Poma. Una donna di 33 anni ha partorito una bellissima bambina. Fin qui tutto normale, se non fosse che la donna è in coma da tre mesi e mezzo a causa di una grave forma di encefalopatia, che sta facendo temere per la sua vita e ha fatto temere per quella di sua figlia. Quando è stata colpita da questa grave malattia, la 33enne era incinta di tre mesi, ma purtroppo ha avuto un infarto e per tutto questo tempo è rimasta in uno stato di coma leggero con respiro spontaneo: non parla, ma in alcuni momenti è anche vigile.

Grazie alla continua assistenza di medici e infermieri, però, sta riuscendo a sopravvivere e soprattutto è riuscita a portare avanti la gravidanza. Nel corso dell’operazione portata avanti per farla partorire, la donna seppur in coma ha aperto diverse volte gli occhi, senza però parlare. Fonti ospedaliere hanno spiegato che è improbabile che abbia ripreso coscienza, visto che non comunica ed è ancora difficile prevedere quali saranno gli esiti della grave patologia da cui è affetta. Ma l’operazione per mettere al mondo sua figlia è andata bene, per fortuna.

Leggi anche — > La danza durante il travaglio di un medico brasiliano

VIDEO NEWSLETTER

La donna in coma da 3 mesi che ha partorito una bimba: come sta la piccola

donna in coma Mantova
L’Ospedale Carlo Poma Mantova

L’operazione, dicevamo, sembra essere andata liscia. La mamma è ancora in stato di coma, ma la sua figlioletta alla nascita ha fatto registrare peso e funzioni vitali del tutto normali, per una neonata partorita all’ottavo mese. Ora la piccola è stata ricoverata precauzionalmente nel reparto di Patologia Neonatale, ma sembra stare bene. Per l’operazione era stata predisposta da settimane una vera e propria task force con 30 professionisti tra medici, infermieri e tecnici. Anche le condizioni generali della sua mamma sembrano essere stabili, non ci sono stati peggioramenti e nel complesso l’intervento è stato superato bene. La donna resta in coma, ma in condizioni stabili. Si spera si possa svegliare presto, per poter abbracciare la sua piccola: sapere che è riuscita a partorire in ogni caso sarà sicuramente una bella scoperta.