Home Coppia

Coppia: come si cambia dopo il matrimonio

CONDIVIDI
Fonte: Istock

Scopri come ogni coppia tende a cambiare personalità dopo il matrimonio.

Quando si sta insieme da un po’ di tempo, uno dei traguardi a cui la maggior parte delle coppie aspira è senza dubbio il matrimonio. Vuoi per romanticismo o per voglia di ufficializzare la propria unione agli occhi del mondo, quasi ogni coppia prima o poi si trova a pensare al momento del sì, quello in cui ad unirli non ci sarà solo l’amore ma anche la legge e, per i credenti, anche Dio.
Quello che molti non immaginano, però, è che sposarsi ha un grande impatto sulla psiche di entrambi i coniugi portando a dei cambiamenti caratteriali non indifferenti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Crisi di coppia estiva, i consigli per evitarla

I cambiamenti caratteriali a cui porta il matrimonio

Quante volte è capitato di sentire uno dei due sposi rinfacciare all’altro di essere cambiato dopo il matrimonio? Ebbene, quello che sembrava solo un sfogo, in realtà nasconde un fondo di verità. Sembra infatti che dopo il sì della coppia, la psiche di entrambi tenda a modificarsi, fortunatamente non necessariamente in peggio.
A fare la scoperta è stata l’università della Georgia che dopo uno studio incentrato sui punti chiave della personalità umana (apertura mentale, coscienziosità, estroversione, stato nevrotico e gradevolezza) hanno indagati su quali punti cambiano dopo qualche anno di matrimonio.
Il risultato è stato piuttosto singolare in quanto è emerso che già dopo i primi anni ci sono almeno cinque cambiamenti fondamentali che avvengono in entrambi i partner.
La sposa risulta meno nevrotica ma anche meno aperta verso gli altri mentre lo sposo appare più coscienzioso e meno estroverso. Ci sono poi degli aspetti in comune come la gradevolezza che tende a scemare per entrambi.
Per arrivare ad una simile conclusione è stato preso un campione di 169 coppie appena sposate che nel corso di 18 mesi è stato rivalutato più volte al fine di constatarne i cambiamenti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Avere un marito significa accettare 7 ore in più di lavoro ogni giorno

Il dato particolarmente importante, secondo gli studiosi, è che i cambiamenti di entrambi i coniugi intervengono col tempo anche nel grado di soddisfazione coniugale di entrambi.
Insomma, da oggi dire al proprio sposo che è cambiato non sarà più un pretesto per litigare quanto un’affermazione convalidata persino dalla scienza.