Home Unghie

Bellezza: la ricostruzione unghie in gravidanza si può fare?

CONDIVIDI

La ricostruzione unghie in gravidanza, si può fare?

Ricostruzione unghie, si deve per forza rinunciare a questo gesto di bellezza durante la gravidanza? Con alcune accortezze fino ad un certo punto della gestazione si possono sfoggiare unghie perfette. 

Una delle mode e ormai esigenze beauty della donna moderna è senza dubbio quella di sfoggiare delle mani sempre bellissime e delle unghie impeccabili ogni giorno, senza dover procedere alle estenuanti sedute di manicure casalinga per cui spesso non si ha nemmeno tempo. La soluzione a ‘portata di mano’ è senza dubbio la ricostruzione unghie.

Affidarsi alla professionalità di onico tecnici preparati, da la possibilità di essere sempre in ordine, ma durante la gravidanza si deve interrompere con questo gesto di bellezza? La risposta è no, ma con qualche piccola regola da seguire scrupolosamente.

Ricostruzione unghie in gravidanza: le regole per poterla sfoggiare anche col pancione

La parola d’ordine per poter sfoggiare una bella ricostruzione unghie anche in gravidanza è senza dubbio ‘qualità’. La qualità dei prodotti e dell’istituto di bellezza dove si effettua la seduta di manicure sono al primo posto fra le priorità. In primo luogo per un fatto di igiene. Utilizzare strumenti ben sterilizzati proteggerà da eventuali infezioni che in stato di gravidanza potrebbero essere pericolose.

Altro fattore importante la qualità dei prodotti utilizzati per la ricostruzione. La scelta si rivelerà importantissima in quanto i prodotti più studiati e anche più costosi solitamente contengono sostanze controllate e poco dannose, al contrario dei loro ‘fratelli low cost’.

Preferire la ricostruzione in gel a quella in acrilico, sarà la scelta giusta. Il vero pericolo infatti per la mamma in attesa è quella di respirare l’odore dei prodotti e le polveri che derivano dalla limatura delle unghie. La ricostruzione in acrilico risulta essere quella che più fastidiosa da questo punto di vista. In ogni caso, chiedere di indossare una mascherina protettiva provvederà a proteggere mamma e bimbo e ad evitare attacchi di nausea improvvisa.

L’ultima considerazione importante relativa a manicure e gravidanza, e questa non  riguarda soltanto la ricostruzione ma anche lo smalto semplice, è che da un certo punto della gestazione, dal settimo mese in poi, sarebbe bene lasciare le unghie più libere possibile, per poter essere pronte ad ogni evenienza. In ospedale, durante il parto o le manovre di pronto soccorso, le unghie devono essere ispezionabili, per poter giudicare degli importanti parametri medici. Per questo scegliere una manicure semplice e raffinata, magari un french dalla base trasparente, sarà la scelta migliore per non rinunciare alla bellezza anche nelle ultime fasi della gravidanza.

Il nostro consiglio finale è quello di chiedere sempre il parere del medico ginecologo prima di decidere se poter fare la ricostruzione unghie o qualsiasi operazione di bellezza durante la gravidanza.

GUARDA French manicure semplice ed elegante!! -IL VIDEO-