Home Gossip

Vasco Rossi, da Sally al tour 2018: tutto quello che c’è da sapere

CONDIVIDI
vasco rossi
Foto da Facebook @vascorossi

Vasco Rossi, l’incarnazione all’italiana della rock star, uno dei cantanti di maggior successo mai nati nel Bel Paese. Eccone un ritratto completo da Sally al tour che sta per iniziare.

32 album, 136 canzoni composte, oltre 30 milioni di copie vendute e il record per l’evento con il maggior numero si spettatori paganti mai tenutosi al mondo. Questi sono i numeri di Vasco Rossi, la rock star made in Italy che però non può esser raccontata solo attraverso i numeri.

Il cantante nato a Zocca, in provincia di Modena, il 7 febbraio del 1952 è del resto crescuto nella musica. I primi contatti con le note arrivano già durante l’infanzia quando la madre, casalinga appassionata di musica, lo spinge a prendere lezioni di canto.

I primi passi da professionista di Vasco vengono fatti negli anni Settanta, epoca di nascita delle radio libere, durante la quale il Blasco simette in gioco come dj. Ma il vero successo arriverà solo all’inizio degli anni ottanta, quando usciranno alcuni dei suoi successi più famosi, come Vado al massimo, Vita spericolata Siamo solo noi. Le prime due vengono portate anche sul palco di Sanremo suscitando un notevole scalpore.

Da qui sarà un susseguirsi di successi, polemiche, di alti e bassi di una vita, per l’appunto, spericolata, condotta tra brani indimenticabili ed eccessi a base di alcol, droga e donne.

Già le donne, Vasco certo non ne ha avute poche: dal famoso flirt con Barbara d’Urso negli anni ’80, all’amore con Stefania Trucioli che gli regaò il primo figlio, passando poi a Gabriella, madre del secondo genito e fonte d’ispirazione della celebre Gabri. Infine Laura Schmidt, fidanzata di lunga data del Blasco, madre di Davide e moglie del cantante dal 2012.

Infine il Modena Park, l’eventoconcui il primo luglio 2017 Vasco celebra i quarant’anni di attività musicale. Uno dei più grandi concerti rock della storia, che sbriciola il primato di record mondiale per spettatori paganti (220.000 persone).

Vasco Rossi è tutto questoe molto di più. Proviamo insieme a conoscerlo ancora emglio.

Vasco Rossi tour 2018

vasco rossi
Foto da Facebook @vascorossi

Lignano 27 maggio, Torino 1 e 2 giugno, Padova 6 e 7 giugno, Roma 11 e 12 giugno, Bari 16 e 17 giugno, Messina 21 giugno: sono le 10 date del nouvo tour di Vasco Rossi, quello annunciato a fine 2017 e che aprirà l’estate musicale italiana.

La data di Lignano ha aperto il tour e svelato ai fan in fervida attesa da mesi la scaletta dell’evento:

1) Cosa succede in città
2) Deviazioni
3) Blasco Rossi
4) E adesso che tocca a me
5) Come nelle favole
6) Fegato, fegato spappolato
7) Medley: Delusa, T’immagini, Mi piaci perché, Gioca con me, “Stasera!”, Sono ancora in coma, Rock ‘n’ roll show
8) Vivere non è facile
9) Sono innocente ma…
10) La fine del millennio
11) Interludio (con Ciao ’78)
12) C’è chi dice no
13) Gli spari sopra
14) Stupido hotel
15) Siamo soli
16) Domenica lunatica
17) Il mondo che vorrei
18) Medley elettro-dance: Brava, L’uomo più semplice, Ti prendo e ti porto via, Dimentichiamoci questa città
19) Rewind
20) Un mondo migliore
21) Medley acustico: Dillo alla luna, L’una per te, E…
22) Senza parole
23) Vivere
24) Sally
25) Siamo solo noi
26) Vita spericolata
27) Albachiara

Adesso non resta che aspettare le prossime tappe in giro per lo Stivale: ben tornato Vasco!

Vasco Rossi Torino

1 e 2 giugno, ledate in cui lo Stadio Olimpico di Torino attende Vasco Rossi. I fan attendono già davanti gli ingressi da giorni ma i cancelli si apriranno solo alle 15.30 del primo giguno. Entrambe le date sono sold out.

Un palco alto 22 metri e largo 71, sormontato da 600 metri quadrati di video sono la scenografia garantita dal Blasco ma si attendono ancora dettagli sicuri sulle 30 canzoni che dovrebbero costituire la scaletta.

Come arrivare allo Stadio?

  • Autobus e Metro: Linee 4, 10, 14, 14 b, 17 (solo feriale) e il 63. Metro + linea 4 (Porta Nuova). Metro + linea 10 (Vinzaglio).
  • Treno: arrivando alla stazione Torino Porta Nuova FS prendere la linea 4.
  • Auto: arrivando in auto a  Torino il consiglio è di lasciare la macchina presso il parcheggio Caio Mario e prendere poi il bus numero 4 o 10.

Vasco Rossi Padova

Per Padova quelli del 6 e 7 giugno prossimi, mercoledì e gioved, sarano i Vasco days.

L’Euganeo (teatro del doppio concerto sold out da mesi) è pronto a ospitare cinquantamila persone per data.I numeri record hanno imposto un’attenta quanto straordinaria pianificazione del traffico:

“Ci saranno parcheggi nelle aree di prossimità allo stadio Euganeo – ha spiegato il commissario Fabio Varotto, responsabile della centrale operativa della polizia municipale e delle manifestazioni- e nelle zone ovest ed est della città, a loro volta collegate con il luogo dell’evento grazie a dei bus navetta”

Vasco Rossi Roma

L’11 e il 12 giugno lo Stadio olimpico di Roma torna a ospitare Vasco Rossi. Le date sono andate sold out in tempi record.

Si promette un concerto in continuo movimento, con arrangiamenti metal che abbracciano classici e nuovi brani altrettnto amati.

Persino l’amatissimo medley, un classico sempre atteso ai concerti di Vasco, qui promette di moltiplicarsi per tre, con l’intento di inserire quanto più materiale possibile nello spettacolo.

Il tutto si completa con un palcoscenico da grande spettacolo che Vasco riempirà con passione, umanità e divertimento.

Vasco Rossi frasi

vasco rossi
Foto da Facebook @vascorossi

Molte delle parole scrtte da Vasco Rossi sono letterlamente entrate nel mito, frasi da tautarsi, da scirvere nel diario, da portare sempre nel cuore

Ecco alcune delle più famose:

“Sai che cosa penso? Che se non ha un senso, domani arriverà lo stesso, senti che bel vento, non basta mai il tempo. Domani è un altro giorno, arriverà” – Un Senso

“La vita non è facile, a volte basta un complice e tutto è già più semplice” – Brava Giulia

“Ho un brivido tutte le volte che il tuo cuore batte con il mio, poi nasce il sole” – E…

“Come fai adesso che non c’è neanche più lui con te, lui che aveva grandi cose per la testa, lui che come niente un giorno ha detto basta. Sei un’incredibile romantica, un po’ isterica, però simpatica, certo unica!” – Inguaribile romantica

“Se non mi trovi cercami in un sogno” – E…

“Le stelle stanno in cielo, i sogni non lo so, so solo che son pochi quelli che si avverano” – Ridere di te

“E tu, chissà dove sei, anima fragile, avrai trovato amore o come me cerchi solo le avventure perché non vuoi più piangere… E la vita continua anche senza di noi, che siamo lontani ormai” – Anima Fragile

“Sei un piccolo fiore per me, e l’odore che hai mi ricorda qualcosa, vabbè…” – E…

“Mi aiuto con le illusioni e vivo di emozioni che tu non sai nemmeno di darmi” – Rewind

“E quando guardi con quegli occhi grandi, forse un po’ troppo sinceri, sinceri, si vede quello che pensi, quello che sogni” – Albachiara

“Perché la vita è un brivido che vola via,
è tutto un equilibrio sopra la follia.” – Sally

“Vivere e sorridere dei guai
Così come non hai fatto mai
E poi pensare che domani sarà sempre meglio” – Vivere

“Siamo solo noi
quelli che non han voglia di far niente
rubano solamente
siamo solo noi
generazione di sconvolti
che non han più santi né eroi” – Siamo solo noi

“E ho guardato dentro un’emozione
e ci ho visto dentro tanto amore
che ho capito perché non si comanda al cuore.” – Senza parole

“Domani sarà tardi per rimpiangere la realtà,
è meglio viverla.” – Gabri

Vasco Rossi canzoni

vasco rossi
Foto da Facebook @vascorossi

Ripercorrere tutta la produzione di Vasco Rossi appare impossibile. Il cantautore ha scritto brani per sè e per colleghi, sfoderando infine oltre 130 opere. Alcune tra le più famose sono:

1) L’uomo più semplice (2013)

2) Sally (1996)

3) Gli Angeli (1996)

4) Colpa d’Alfredo (1980)

5) C’è chi dice no (1988)

6) Ogni volta (1982)

7) Un senso (2004)

8) Fegato, fegato spappolato (1979)

9) E… (2004)

10) Ti prendo e ti porto via (2001)

11) Valium (1981)

12) Non mi va (1987)

13) Vivere una favola (1987)

14) Non l’hai mica capito (1980)

15) Vado al massimo (1982)

16) Bollicine (1983)

17) Dormi, dormi (1985)

18) Toffee (1985)

19) Non mi va (1987)

20) Blasco Rossi (1987)

21) Domenica lunatica (1989)

22) Liberi… liberi (1989)

23) Dillo alla luna (1989)

24) Incredibile romantica (1981)

25) Delusa (1993)

26) Vivere (1993)

27) Gli spari sopra (1993)

28) Mi si escludeva (1996)

29) Un gran bel film (1996)

30) Laura (1998)

31) Quanti anni hai (1998)

32) L’una per te (1998)

33) Ti prendo e ti porto via (2001)

34) Stupido hotel (2001)

35) Standing ovation (2001)

36) Buoni o cattivi (2004)

37) Come stai (2004)

38) Il mondo che vorrei (2008)

39) Vieni qui (2008)

40) Gioca con me (2008)

41) Manifesto futurista della nuova umanità (2011)

42) Stammi vicino (2011)

43) Eh… già (2011)

44) Incredibile romantica (1981)

45) Albachiara (1979)

46) Brava giulia (1987)

47) La nostra relazione (1978)

48) Va bé (se proprio te lo devo dire) (1979)

49) Anima fragile (1980)

50) Siamo solo noi (1981)

51) Brava (1981)

52) Susanna (1980)

53) Una canzone per te (1983)

54) Vita spericolata (1983)

55) Ridere di te (1987)

56) Rewind (1988)

57) Splendida giornata (1982)

58) Gabri (1993)

59) Senorita (2004)

60) Nessun pericolo… per te (1996)

61) E il mattino (1998)

Vasco Rossi Sally

vasco rossi
Foto da Facebook @vascorossi

Il brano uscì nel 1996 con testo e musicadi Vasco Rossi e arrangiato da Celso Valli.

E’ stato lo stesso cantautore a raccontare di aver scritto il suo brano più famoso di getto, a bordo di una barca, durante una vacanza a Saint-Tropez. Proprio qui entrò in un locale pieno di donne belissime che, a quanto pare, lo ispirarono.

Pensavo a una donna di trenta, trentacinque anni, poi mi sono accorto che nel pezzo era finito tantissimo di me.

Testo Vasco Rossi Sally

Sally cammina per la strada senza nemmeno
Guardare per terra
Sally è una donna che non ha più voglia
Di fare la guerra
Sally ha patito troppo
Sally ha già visto che cosa
Ti può crollare addosso
Sally è già stata punita
Per ogni sua distrazione o debolezza
Per ogni candida carezza
Data per non sentire l’amarezza
Senti che fuori piove
Senti che bel rumore
Sally cammina per la strada sicura
Senza pensare a niente
Ormai guarda la gente
Con aria indifferente
Sono lontani quei momenti
Quando uno sguardo provocava turbamenti
Quando la vita era più facile
E si potevano mangiare anche le fragole
Perché la vita è un brivido che vola via
È tutto un equilibrio sopra la follia
Sopra follia
Senti che fuori piove
Senti che bel rumore
Ma forse Sally è proprio questo il senso, il senso, il senso
Del tuo vagare
Forse davvero ci si deve sentire
Alla fine un po’ male
Forse alla fine di questa triste storia
Qualcuno troverà il coraggio
Per affrontare i sensi di colpa
E cancellarli da questo viaggio
Per vivere davvero ogni momento
Con ogni suo turbamento
E come se fosse l’ultimo
Sally cammina per la strada leggera
Ormai è sera
Si accendono le luci dei lampioni
Tutta la gente corre a casa davanti alle televisioni
Ed un pensiero le passa per la testa
Forse la vita non è stata tutta persa
Forse qualcosa s’è salvato
Forse davvero non è stato poi tutto sbagliato
Forse era giusto così
Forse ma, forse ma sì
Cosa vuoi che ti dica io
Senti che bel rumore