Home Donne

Erika Stefani: chi è il ministro degli Affari Regionali del Governo Conte

CONDIVIDI
Erika Stefani
Erika Stefani (screenshot Youtube)

Tutto sull’esponente della Lega Erika Stefani: chi è il ministro degli Affari Regionali del Governo Conte e qual è il suo impegno nell’esecutivo.

Nella scorsa legislatura, l’hanno definita ‘Miss Senato’: lei è Erika Stefani, 47 anni, leghista di ferro e ministro degli Affari Regionali del governo Conte, nato dall’accordo Lega-Movimento 5 Stelle. L’esecutivo è composto da 18 ministri, cinque dei quali sono donne. Tra loro c’è appunto Erika Stefani, avvocato di Trissino (Vicenza), classe 1971 e in politica da quasi vent’anni, ovvero dal 1999.

Leggi anche –> Giulia Bongiorno, avvocato dei vip, Ministro della Pubblica Amministrazione

Dai territori al Senato: chi è Erika Stefani

(screenshot Youtube)

La prima esperienza politica di Erika Stefani, scelta per guidare il ministero degli Affari regionali e delle autonomie, è stata come consigliere comunale nella sua Trissino. L’avvocato vicentino, nata a Valdagno, si è candidata poi nel 2009 con maggiore fortuna: in quell’occasione ha infatti poi ricoperto le cariche di vicesindaco e assessore all’Urbanistica ed edilizia privata. Nel 2013 arriva l’exploit con l’elezione in Parlamento, nella circoscrizione Veneto. Erika Stefani entra così a Palazzo Madama, quindi viene nominata nella Giunta delle elezioni e delle immunità parlamentari.

Durante la legislatura, è stata vicepresidente del gruppo Ln-Aut dal 15 luglio 2014, inoltre è stata componente della commissione Giustizia, di quella sull’infanzia e l’adolescenza e di quella sulla violenza di genere. Era anche membro della commissione di inchiesta sul rapimento e sulla morte di Aldo Moro. Nel corso della sua prima esperienza politica da senatrice, Erika Stefani ha prestato particolare attenzione alle problematiche e ai temi riguardanti la giustizia. Per la sua eleganza, è stata definita ‘Miss Senato’, un appellativo che però è stato criticato da più parti, perché ritenuta una etichetta maschilista.

L’impegno di Erika Stefani nel governo Conte

Erika Stefani affianco al presidente Mattarella (Ernesto S. Ruscio/Getty Images)

Si è ripresentata alle elezioni politiche nel collegio uninominale di Vicenza ed è stata rieletta a Palazzo Madama. Il 31 maggio 2018 viene scelta come ministro degli Affari Regionali e giura il giorno dopo. “Il primo punto che intendo realizzare è l’autonomia soprattutto del Veneto e della Lombardia”, sono state le sue prime parole da ministro. Il percorso che intende intraprendere rispetto all’autonomia delle Regioni riguarda anche l’Emilia Romagna, in continuità con il governo guidato da Paolo Gentiloni.

Leggi anche –> Governo Conte: chi è Giulia Grillo, il nuovo ministro della Salute