Home Donne

Addio ad Anna Maria Ferrero: carriera, successi e vita privata

CONDIVIDI
Anna Maria Ferrero
(foto pubblico dominio)

Addio ad Anna Maria Ferrero: carriera, successi e vita privata della grande attrice italiana morta all’età di 84 anni a Parigi.

Il cinema italiano è in lutto: è morta a Parigi all’età di 84 anni l’attrice Anna Maria Ferrero. La sua morte è stata annunciata dal marito, l’attore Jean Sorel. Tra il 1949 e il 1964, Anna Maria Ferrero ha lavorato con i più grandi registi italiani, da Carlo Lizzani a Mario Monicelli, da Vittorio De Sica a Michelangelo Antonioni. Quindi, decise di ritirarsi dalle scene per sempre e la causa di quella decisione è da ricercarsi nell’amore per il marito.

Leggi anche –> E’ morto Ermanno Olmi, grave lutto per il mondo del cinema

Carriera, successi e vita privata di Anna Maria Ferrero

La Ferrero con Vittorio Gassman (foto pubblico dominio)

Anna Maria Ferrero esordì nel cinema nel 1949 quando l’attore e regista Claudio Gora le propose un ruolo in “Il cielo è rosso”. Aveva solo 15 anni e il suo incontro con il mondo del cinema fu del tutto casuale: Gora la vide camminare per strada e decise di scritturarle un ruolo. Da quel momento in poi, è una delle attrici più ricercate di quegli anni: Il conte di Sant’Elmo, regia di Guido Brignone, Il Cristo proibito, regia di Curzio Malaparte, Domani è un altro giorno, regia di Léonide Moguy, le sue prime pellicole. Il primo ruolo da protagonista ne “Le due verità” di Antonio Leonviola. Non ebbe tantissimi ruoli da protagonista, ma contestualmente ha recitato in una cinquantina di pellicole.

Tra queste, “Le infedeli” di Mario Monicelli, “Napoletani a Milano”, dove recitò con Eduardo de Filippo. “Cronache di poveri amanti” di Carlo Lizzani, “Totò e Carolina”. A teatro, arrivò nei primi anni Cinquanta l’incontro con Vittorio Gassman, con il quale intrecciò una relazione sia artistica che sentimentale. Nel 1960, un nuovo incontro, quello che le cambiò letteralmente la vita. Nel corso di una festa a casa dell’attore Pierre Brice, Anna Maria Ferrerò incontro il collega francese Jean Sorel. Si sposarono nel 1962 e l’anno successivo girarono il loro unico film insieme: Un marito in condominio, regia di Angelo Dorigo. L’anno dopo, Anna Maria Ferrero recitò per l’ultima volta in Controsesso (1964), come protagonista del primo episodio al fianco di Nino Manfredi. Lasciò il cinema proprio mentre il marito Jean Sorel stava iniziando ad avere successo. Sempre più rade divennero anche le sue apparizioni pubbliche, l’ultima risale all’aprile del 2008, quando prese parte della giuria del Busto Arsizio Film Festival.