Home Attualità

Giro d’Italia 2018, domani lo Zoncolan: la storia della salita

CONDIVIDI
Zoncolan
Gilberto Simoni, il re dello Zoncolan (Luk Beines/AFP/Getty Images)

Giro d’Italia 2018, domani arriva il mitico Monte Zoncolan: la storia della salita più dura della corsa rosa e chi l’ha vinta più volte.

Domani si correrà la 14esima tappa del Giro d’Italia 2018 San Vito al Tagliamento – Monte Zoncolan. Si tratta di un percorso molto difficile, che farà selezione. Cinque in tutto i GPM di tappa, ma l’ascesa più importante è quella che da Ovaro porta allo Zoncolan: poco più di 10 km con la parte centrale caratterizzata da una pendenza media del 15,9% e una pendenza massima del 22%. Lo Zoncolan è sicuramente una delle salite più difficili del Giro d’Italia, anche se si tratta di un’ascesa scoperta abbastanza di recente. La prima volta infatti venne scalata nel 2003.

Leggi anche –> Giro d’Italia 2018, Simon Yates: età, carriera e successi

La storia della salita dello Zoncolan al Giro d’Italia

(FRANCK FIFE/AFP/Getty Images)

In realtà, in quell’occasione lo Zoncolan venne scalato dal versante di Sutrio, più agevole rispetto a quello di Ovaro. Vinse Gilberto Simoni, davanti a Garzelli, Casagrande, Popovych e a Marco Pantani. Quello fu l’ultimo Giro del Pirata, poi trovato morto in un albergo di Rimini il 14 febbraio 2004: lottò con i migliori, mettendoci testa e cuore e nonostante il periodo difficile alla fine concluse la corsa rosa al 14esimo posto. La prima volta dello Zoncolan sul versante di Ovaro risale invece al 2007: fu ancora Gilberto Simoni a imporsi, con una prestazione straordinaria, precedendo il compagno di squadra e maglia verde Leonardo Piepoli. Terzo arrivò Andy Schleck.

“Quando inizi a salire più che pensare di vincere vuoi solo che finisca”, disse Gilberto Simoni concludendo la sua impresa. Il ciclista triestino fece anche registrare un record: ha concluso la salite in 39 minuti e tre secondi, nessuno ha più fatto meglio e oggi lo Zoncolan è chiamato anche Montagna Simoni. Il Giro è poi arrivato sullo Zoncolan, sempre dal lato di Ovaro, in successive tre occasioni. Nel 2010, vinse Ivan Basso completandolo in 40 minuti e 45 secondi, l’anno successivo fu la volta di Igor Antòn, che ci mise cinque secondi in più. In entrambi i casi, terzo arrivò sul traguardo il compianto Michele Scarponi. Lo Zoncolan è stato scalato per l’ultima volta nel 2014: vinse Michael Rodgers, che completò l’ascesa con un tempo abbastanza alto, 44 minuti e mezzo, davanti al delfino di Bibione, Franco Pellizzotti. Una curiosità: per la prima volta in assoluto lo Zoncolan, dal lato di Sutrio, venne scalato nel 1997 dal Giro Rosa, il corrispettivo femminile del Giro d’Italia. Vinse Fabiana Luperini, forse la più amata ciclista italiana di sempre, soprannominata Pantanina per le sue abilità di scalatrice.

Leggi anche –> Tom Dumoulin prima maglia rosa 2018: età, carriera, successi