Home Attualità

Buffon lascia la Juventus: la conferenza stampa del portiere – VIDEO LIVE

CONDIVIDI
Gianluigi Buffon
Gianluigi Buffon (Getty Images)

Il portiere e capitano della Juventus, Gianluigi Buffon, parla in conferenza stampa del suo futuro

Tutto pronto per la conferenza stampa di Gigi Buffon. Il portiere della Juventus è atteso a un incontro chiarificatore con i giornalisti che spiegherà quale sarà il suo futuro, sul quale fino ad oggi è aleggiato il più stretto riserbo. Buffon dà appuntamento a tutti in sala conferenze ed esordisce con un ringraziamento al presidente della Juventus, Andrea Agnelli: “Volevo ringraziare il presidente che a parte il ruolo istituzionale per me è qualcosa di più. Abbiamo sviluppato un rapporto unico di vicinanza e condivisione oltre che amicizia. Abbiamo condiviso i valori dell’onestà e della lealtà. Sabato sarà la mia ultima partita con la Juventus. Il capitano sarà Giorgio Chiellini. Voglio davvero ringraziare tutti voi. Sono sereno e felice di quanto fatto in tutti questi anni. Ho avuto la fortuna di poter condividere la mia avventura con molte persone che mi hanno voluto davvero bene”. Parole cariche di emozione, con le lacrime agli occhi: inevitabile dopo una carriera così lunga e carica di successi.

Ritiro Buffon, le parole del portiere bianconero in conferenza stampa

Gianluigi Buffon
Gianluigi Buffon (Getty Images)

Gigi Buffon è emozionatissimo mentre parla e saluta tutti, non senza tanto, tantissimo orgoglio: “Finiamo questa splendida avventura nel migliore dei modi, con altri due trionfi sportivi. Sono felice di lasciare a 40 anni, da simbolo e non da ‘sopportato’. È per me una grande gratificazione”. Smette con orgoglio, non con tristezza, Buffon, che racconta a tutti la sua storia con grande consapevolezza di ciò che ha fatto: “So di essere diventato un campione, e se quel ragazzino che la Juventus ha comprato nel 2001 è diventato il Buffon che conoscete è solo grazie alla società Juventus ed alla mentalità che trasmette. Una cosa mai vista, che non si trova in nessun altro posto al mondo. È una filosofia che ho fatto mia e che userò anche in futuro, nel post-carriera”. E poi si parla, inevitabilmente, del suo futuro: “Mi sono arrivate delle proposte stimolanti sia per restare in campo che per continuare fuori dal campo. Come non-giocatore accetterei solo la più allettante di tutte, giunta proprio dalla Juventus. Ma prenderò la mia scelta definitiva la prossima settimana, ora c’è un’altra partita da giocare”. Resta quindi ancora un po’ di mistero sul futuro di Gigi Buffon.

Buffon dopo Real-Juve: “Ma mi scuserei con l’arbitro, ma non cambio idea”

Inevitabile parlare anche del dopo Real Madrid-Juventus, quando Buffon si è lasciato andare a dichiarazioni davvero pesanti contro l’arbitro inglese Oliver, parole ancora sotto indagine della Uefa. Il portiere bianconero ribadisce il suo punto di vista ma ammette di aver sbagliato nei toni: “Non mi rimprovero niente di ciò che ho fatto in campo, e la mia espulsione non l’ho capita ancora. Nelle interviste ho detto cose molto forti, mai dette in 23 anni di Champions League, e tutto sommato sono dispiaciuto di aver offeso l’arbitro, che svolge un ruolo difficile. Se rivedessi Oliver mi scuserei, pur ribadendogli il mio punto di vista, che non cambia. La situazione era certamente particolare, ma il Buffon di quella sera aveva l’animo dilaniato e non potevo non dire quanto fatto”.