Home Grande Fratello

Grande Fratello, lo “zio” di Luigi si difende dalle accuse

CONDIVIDI

Luigi Favoloso, Grande Fratello

Ancora polemiche al Grande Fratello, con il pubblico che scatena un caso corruzione in merito alla nomination di Luigi Favoloso, rimasto in casa a scapito di Aida Nizar.

Il pubblico del Grande Fratello porta avanti la furente polemica legata all’eliminazione di Aida Nizar. In tanti hanno accusato la produzione d’aver progettato tale uscita, al fine di tutelare Luigi Favoloso, al centro di svariate trame interne ed esterne allo show.

I fan del reality show condotto da Barbara D’Urso però lo detestano e non vedono l’ora che lasci la casa. Nelle ultime ore si sono diffuse voci su un suo possibile abbandono, al fine di poter chiarire la propria situazione con Nina Moric, ma al pubblico non basta.

Fin quando Luigi Favoloso non sarà fuori dalla casa, dove dovrà fronteggiare svariati temi, come quello del tatuaggio nazista nascosto prima di entrare, il pubblico non sarà soddisfatto.

Grande Fratello, parla lo “zio” di Luigi

Intanto lo”zio” di Luigi Favoloso è dovuto intervenire in prima persona per porre fine alle accuse che avevano accerchiato anche lui.

Il tutto fa riferimento a un’infelice battuta pronunciata dal nipote, Luigi, all’interno della casa. Battuta andata in onda pochi giorni prima dell’ultima diretta e dunque dell’eliminazione di Aida: “Zio, attiva il call center”.

L’identità del presunto zio è svelata da Filippo Contri e ovviamente non c’è alcuna parentela con Luigi. Si tratta di Edoardo Biasini, della Minerva Digital Solution, che ha voluto chiudere la vicenda una volta per tutte: “Non saprei mai a chi rivolgermi per un servizio di call center, perché non me ne sono mai occupato”. Una dietrologia da parte del pubblico che affonda le proprie radici nelle vicende che hanno visto protagonista Lele Mora, che per sua stessa ammissione sabotò le votazioni de L’Isola dei Famosi, favorendo i propri clienti.

Grande Fratello, caos Luigi: rischio denuncia

Ben più duro di Biasini è il suo socio, Riccardo Matarazzi, che minaccia denunce: “Se dovesse continuare così e se dovesse servire potremmo anche muoverci per vie legali”. L’agenzia dei due gestisce i profili di alcuni personaggi noti, tra i quali quello di Filippo Contri, che ha fatto nascere l’equivoco in casa: “Quando ha saputo che avrebbe partecipato al GF, ci ha semplicemente chiesto di curare il suo profilo Instagram durante la permanenza nella Casa. La nostra agenzia a Roma è molto conosciuta: ci occupiamo di artisti anche molto importanti, oltre che della promozione social di alberghi e ristoranti. Così abbiamo accettato di supportarlo e lo facciamo in forma di amicizia, senza alcun budget dietro”.