Home Attualità

Ebola: focolaio del virus in Congo, 17 vittime bilancio provvisorio

CONDIVIDI
ebola
(Pixabay)

Torna a fare paura Ebola: individuato un focolaio del virus in Congo, 17 vittime il bilancio provvisorio di questa nuova epidemia.

Il governo del Congo ha dichiarato un nuovo focolaio di Ebola nel nord-ovest rurale del paese. Il ministero della salute del Congo ha detto che dei cinque campioni inviati all’Istituto Nazionale di Ricerca Biologica di Kinshasa, due sono tornati positivi per il ceppo Zaire di Ebola a Bikoro, nella provincia di Equateur del paese. I campioni sono stati raccolti dopo che il 3 maggio il Ministero della Salute della Provincia di Equateur ha informato Kinshasa di circa 21 casi di febbre emorragica nell’area di Ikoko Impenge. Ci sarebbero già 17 decessi, come riportano l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e il governo del Congo.

Leggi anche –> Ebola: l’epidemia è cessata, la conferma ufficiale

La diffusione del virus Ebola in Congo

(foto pubblico dominio)

Una squadra è stata inviata dall’OMS e da Medici senza frontiere nel fine settimana per indagare e rafforzare il coordinamento contro l’epidemia di Ebola. Cinque nuovi casi sono stati quindi identificati e inviati al laboratorio, ha detto il governo del Congo. Un team di esperti si è recato a Bikoro oggi per attuare misure per evitare un’ulteriore diffusione della malattia, ha detto la dichiarazione del ministero. Il team indagherà anche su come è iniziato l’epidemia, viene inoltre riferito. Questa è la nona epidemia di Ebola in Congo dal 1976, quando la malattia mortale fu identificata per la prima volta. Lo ha ricordato l’Oms.

VIDEO NEWSLETTER

L’epidemia più recente è stata nel maggio 2017 e ha ucciso quattro delle otto persone infette nella provincia di Bas-Uele, nel nord-est del Paese. Questo focolaio è stato rapidamente contenuto e dichiarato finito a luglio 2017. Nessuno di questi focolai è stato collegato alla massiccia epidemia in Guinea, Liberia e Sierra Leone che è iniziata nel 2014 e ha provocato oltre 11.300 morti.

Ebola: come avviene la diffusione del virus

Senza misure preventive, il virus può diffondersi rapidamente tra le persone ed è fatale fino al 90% dei casi. Non esiste un trattamento specifico per l’Ebola, che si diffonde attraverso i fluidi corporei delle persone che manifestano sintomi. Un nuovo vaccino sperimentale ha dimostrato di essere estremamente efficace contro il virus, anche se le quantità sono attualmente limitate. L’Oms ha detto che sta lavorando a stretto contatto con il governo del Congo. L’intento è quello di mobilitare i partner sanitari come avvenuto con successo lo scorso anno.

“La nostra massima priorità è quella di arrivare a Bikoro per lavorare a fianco del governo della Repubblica Democratica del Congo e dei suoi partner per ridurre la perdita di vite umane e sofferenze legate a questa nuova epidemia di virus Ebola”, ha affermato il dott. Peter Salama, vicedirettore dell’OMS che è responsabile anche delle emergenze. L’impianto sanitario di Ikoko Impenge, a circa 30 chilometri da Bikoro, ha capacità limitate, secondo l’Oms, che punta dunque ad aumentarne la capienza e la possibilità di accogliere nuovi ospiti. L’Oms prevede di schierare epidemiologi, medici, esperti di prevenzione e controllo delle infezioni, esperti di comunicazione del rischio e squadre di supporto vaccinale nei prossimi giorni.