Home Attualità

Skipper italiani dispersi nell’Atlantico: l’appello della moglie di Aldo Revello

CONDIVIDI
skipper
Barca a vela (Getty Images)

Due skipper italiani sono dispersi nell’Atlantico: sono Aldo Revello e Antonio Voinea

Uno skipper italiano disperso nell’Atlantico che sta facendo preoccupare la famiglia e gli amici perché non dà più notizie di sé da diversi giorni. Si chiama Aldo Revello, ha 53 anni ed è di La Spezia e risulta disperso insieme ad un’altra persona, un suo amico marinaio di nome Antonio Voinea. Sono tre giorni che i due non danno notizie e la moglie di Aldo Revello, Rosa Cilano, si è detta molto preoccupata per l’incolumità dello skipper italiano che è scomparso nell’Atlantico: “Chiedo alle autorità italiane di continuare ad impegnarsi senza sosta nelle ricerche di mio marito Aldo e del suo amico Antonio. Non capisco cosa possa essere successo per questa improvvisa interruzione dei contatti. Sono marinai esperti, l’ultima volta li ho sentiti a mezzanotte e 16 del 1 maggio. Il meteo era buono, con onda di uno-due metri e vento di 15-20 nodi a traverso. Spero siano cercati ancora incessantemente”.

Aldo Revello, lo skipper disperso nell’Atlantico insieme ad Antonio Voinea, ha una bambina di 4 anni e sua moglie spera che torni presto a casa, dopo un lungo viaggio che adesso, nel suo tratto finale, sta dando non poche preoccupazioni alla sua famiglia.

Skipper dispersi nell’Atlantico: la dinamica dei fatti

Continua a destare preoccupazione la situazione dello skipper italiano che ha smesso di dare notizie di sé da tre giorni. L’ultimo contatto c’è stato 3 giorni fa, il 1 maggio, con sua moglie Rosa Cilano, da quel momento in poi non ci sono stati più segni di vita. Aldo Revello e Antonio Voinea stavano tornando dalla Martinica,  con destinazione La Spezia, dove vivono, a bordo di una barca a vela di 14 metri chiamata Bright. Stando a quanto emerge dalle prime ricostruzioni, la barca risulta dispersa nel tratto di mare compreso tra le isole Azzorre e Gibilterra. Speriamo si concluda tutto per il meglio e che Revello e Voinea possano riabbracciare presto le rispettive famiglie.

SalvaSalva