Home Donne

Ivana Trump: età, matrimoni, carriera, figli e tutte le ultime news

CONDIVIDI

Questa è la vita di Ivana Trump, età, passato, presente, figli

In qualità di moglie del miliardario Donald Trump nonchè attuale presidente degli stati Uniti, Ivana Trump è diventata rapidamente una delle donne più conosciute sulla scena sociale di New York, ma deve il suo successo anche alla sua bellezza e alla sua tenacia.

Chi è Ivana Trump

Ivana Trump è una ex modella, scrittrice e imprenditrice di grande successo di origine ceca. E’ nata il 20 febbraio 1949, a Gottwaldov (ora Zlín), in Cecoslovacchia (ora Repubblica Ceca).
Attualmente è imprenditrice e fondatrice di Ivana Haute Couture, una società che commercializza i suoi prodotti, profumi, vini e accessori, su Internet.

Sport e studi

Ivana Trump deve il suo successo al suo carattere audace, ambizioso e laborioso. Già da bambina mostrava una grande ambizione di successo, in età adolescenziale era una sciatrice competitivaSuo padre incoraggiava il suo interesse per lo sport. Ha iniziato a sciare in tenera età, all’età di sei anni ha iniziato a sciare in modo competitivo e a dodici ha iniziato un programma di formazione nazionale e ha partecipato a tornei in tutta Europa.
Ivana Trump ha frequentato l’Università Carlo di Praga e conseguito un master in educazione fisica.

Donald Trump, matrimonio e carriera

Ivana Trump negli anni 70 si innamorò di uno sciatore professionista, George Syrowatka, un compagno di studi alla Charles University e membro della squadra di sci cecoslovacca.
Nel 1975, si trasferì in Canada con George dove aprirono una boutique di sci e un negozio di articoli sportivi e ha lavorato come allenatrice e istruttrice di sci per teen racer per alcuni anni a Montreal.
Grazie al suo bell’aspetto e alla sua grazia, negli anni 70 divenne una modella di successo e lavorò con alcune delle migliori compagnie di pellicceria del Canada. Mentre faceva la modella per Audrey Morris, la migliore agenzia di modelle di Montreal, si è presentata per lei una grande occasione: l’agenzia decise di trasferire diverse modelle, inclusa lei a New York, per promuovere i Giochi Olimpici.
Fu a New York che incontrò Donald Trump, il figlio di un ricco imprenditore immobiliare di New York City. Il loro incontro casuale nel 1976 si è trasformato in  una storia d’amore vorticosa che è culminata in un matrimonio da favola, nel 1977.
Negli anni successivi Donald divenne un uomo d’affari di successo e anche lei lavorò con suo marito in diversi progetti importanti, tra cui la costruzione del Grand Hyatt Hotel e il Trump Taj Mahal Casino Resort ad Atlantic City, nel New Jersey.
Ha avuto un ruolo importante nel successo di suo marito ed è diventata vicepresidente di Interior Design per la società e ha lavorato come consulente di interior design in molti dei suoi progetti di alto profilo, tra cui la Trump Tower di New York City e il Trump Plaza Hotel.
È stata anche Chief Executive Officer e President di Trump’s Castle Hotel and Casino per cinque anni e poi Chief Executive Officer e President del Plaza Hotel di New York per quattro anni.
Dunque ben presto la coppia salì al vertice della società, Donald divenne un magnate degli affari per conto proprio e Ivana divenne la presidente del Plaza Hotel di New York che Donald aveva acquisito.
Sotto la sua guida, The Plaza è stato riconosciuto come “Il miglior hotel di lusso negli Stati Uniti”e Ivana fu nominata albergatore dell’anno nel 1990.
 

Divorzio e rivincita personale

Tuttavia, anni dopo, il matrimonio finì in un divorzio di cui si è parlato molto.
Proprio mentre Ivana si stava godendo una vita soddisfacente dal punto di vista professionale e personale, si sparse la voce che Donald fosse coinvolto in una storia con un’altra donna. Purtroppo non si trattò solo di voci ma di realtà e Ivana chiese il divorzio, ufficializzato nel 1992; secondo quanto riferito avrebbe ricevuto 20 milioni di dollari in accordo con l’ex marito.
Grazie alla sua anima elastica, Ivana si è ripresa da questo dolore e ha ricominciato la propria attività e la corsa verso il suo successo.
Dopo il divorzio ha firmato un contratto con la William Morris Agency per sviluppare linee di abbigliamento, accessori e prodotti di bellezza.
Molti predissero che non sarebbe stata in grado di continuare il suo successo professionale dopo essersi lasciata con Donald, ma ha dimostrato invece che avevano torto e ha continuato a affermarsi come donna d’affari di successo.
Alla fine ha fondato la sua personale società di moda, Ivana Haute Couture, e ha anche avviato un’altra società chiamata Ivana Inc. per gestire le sue apparizioni pubbliche e altri lavori sui media.

Da imprenditrice a scrittrice

Ivana Trump ha scritto un libro di auto-apprendimento “Il meglio deve ancora venire: affrontare il divorzio e godersi la vita di nuovo”, nel 2001.

Quattro matrimoni e 3 figli

Ivana Trump nel 1971 sposò Alfred Winklmayr, uno sciatore austriaco col quale ha divorziato nel 1976 mentre la sua carriera da modella stava sbocciando.
Poco dopo incontrò Donald Trump con il quale si sposò nel 1977. Dal loro amore sono nati  tre figli negli anni successivi. La coppia sembrava felicemente sposata quando nel 1990 cominciarono a circolare voci secondo le quali Donald avrebbe avuto una relazione extraconiugale con un’ex regina di bellezza. Quindi Ivana chiese il divorzio.  Ne scaturì una dura battaglia di divorzio e il divorzio fu concluso nel 1992.
Nel 1995 Sposò Riccardo Mazzucchelli ma questo matrimonio terminò nel giro di un paio d’anni nel 1997. Si sposò  per la quarta volta nel 2008, con Rossano Rubicondi, un modello italiano molto più giovane di lei.

Ivana e Rossano Rubicondi

Ivana Trump si sposò  per la quarta volta nel 2008 a 59 anni, con Rossano Rubicondi, che ne aveva 36, ben 23 anni di differenza. Anche se la coppia si è separata pochi mesi dopo, attualmente l’amore sembra essere sbocciato di nuovo.E’ proprio Rossano Rubicondi,pochi mesi fa, intervistato a a ‘Il Sabato Italiano‘, su RaiUno, a spiegare il delicato complicato rapporto d’amore tra lui e Ivana:
«Io e Ivana stiamo insieme da 19 anni, ho passato metà della mia vita con lei e senza di lei mi sento al 50%. Lei è il mio punto di riferimento, nonostante i periodi di crisi siamo sempre rimasti molto vicini […] Se oggi sono qui, è grazie a lei: mi ha aperto le porte del mondo, mettendo a mia disposizione la sua esperienza. Non l’ho mai tradita e non c’è mai stata una vera rottura: stiamo ancora insieme e voglio passare il resto della mia vita con lei».


SalvaSalva

VIDEO NEWSLETTER