Home Attualità

Molestie sessuali alla stazione di Bologna: arrestato un 23enne

CONDIVIDI
molestie sessuali
Le auto della Polizia (foto Getty Images)

Un uomo è stato arrestato per aver molestato delle donne alla stazione di Bologna

Molesta tre donne e due ragazzine alla stazione di Bologna e viene arrestato. Sono scattate subito le manette per un ragazzo di 23 anni, cittadino afghano, che qualche ora fa è stato accusato da alcune donne di averle molestate. La polizia ferroviaria ha tratto in arresto l’uomo dopo aver ricevuto la segnalazione: l’accusa è quella di violenza sessuale aggravata e continuata. I fatti: all’interno della stazione centrale di Bologna il presunto molestatore si sarebbe avvicinato a tre donne, con delle avance piuttosto spinte, poi avrebbe fatto lo stesso con due ragazzine minorenni. Inevitabile l’arresto da parte delle forze dell’ordine al lavoro all’interno della stazione ferroviaria. Una volta portato in Centrale, il giovane è risultato avere già dei reati pregressi sulla stessa falsariga, sempre a sfondo sessuale. Per di più è risultato già denunciato in passato per furto, violazione di domicilio e resistenza a pubblico ufficiale. Ora l’arresto per molestie sessuali, che probabilmente gli costerà una pena piuttosto seria.

Bologna, arrestato molestatore: come sono andati i fatti

L’azione che ha portato all’arresto del molestatore della stazione di Bologna è nata da una denuncia di una ragazza, minorenne, che ha raccontato di essere stata avvicinata da un uomo su un treno regionale e poi molestata. La ragazza ha fornito alla Polfer un primo identikit, poi si è ritrovata altre tre donne e un’altra ragazzina che hanno denunciato lo stesso reato e descritto più o meno la stessa persona, tutte il 2 maggio, tutte nei pressi della stazione di Bologna o su treni regionali. Una volta identificato, il ragazzo è stato tradotto nel carcere bolognese di Dozza. Contro di lui le accuse di violenza sessuale aggravata e continuata, che si vanno ad aggiungere ad altri pregressi per furto, violazione di domicilio e resistenza a pubblico ufficiale.

SalvaSalva