Home Ballando con le Stelle

Ballando con le stelle, Suor Cristina: “il signore mi vuole qui”

CONDIVIDI

Suor Cristina a Ballando con le Stelle porta gioia e serenità e afferma di star respirando qualcosa di incredibile.

Suor Cristina a Ballando con le stelle balla e canta, presenta il suo nuovo album e della prossima tournè in Indonesia.

Suor Cristina e la sua vocazione

Intervista da Milly Carlucci, Suor Cristina racconta come ha scoperto la sua vocazione religiosa. Tutto è iniziato quando aveva solo 18 anni, un fidanzato e nessun interesse per la chiesa, ma già da allora era forte il suo interesse per la musica. All’epoca la madre di Suor Cristina, venuta a sapere di un Musical organizzato da suore orsoline nella loro città, convinse la figlia a fare l’audizione. Suor Cristina interpretò il ruolo di una suora e piano piano si innamorò di Gesù e ha poi deciso di dedicare la sua vita a lui.

Musica e religione

Suor Cristina come anticipato è  stata la ballerina per una notte di Ballando con le stelle di questo Sabato 28 Marzo. Milly Carlucci ha ripercorso con lei il suo successo dalla vittoria del talent show di The Voice 2 all’uscita del suo secondo album 4 anni dopo, alla sua fama mndiale.

Suor Cristina ha spiegao il modo in cui concilia la musica con la religione:

“La gioia della fede la esprimo attraverso la mia voce, il signore mi vuole qui ad evangelizzare. Siamo presenti ovunque, io sono a servizio del Signore”.

Il suo percorso nel canto continua dopo la vittoria di the Voice2, presto inizierà una tournè che la porterà fino in Indonesia e ha cantato il singolo del suo nuovo Album’Felice’.

A Ballando con le stelle non poteva che interpretare il musical di sisters Act, ballando e cantando con grande naturalità, come la stessa Milly Carlucci le ha fatto notare.

“porto nel cuore la freschezza è inconibile, la devo manifestare inqualche modo”, così risponde Suor Cristina entusiasta della bella serata trascorsa su Rai 1.

Suor Cristina con la sua esibizione ha conquistato anche la giuria che le ha dato il punteggio massimo, devoluto da Sandro Mayer a Francisco Porcella e Anastasia Kuzmina.