Home Attualità Alfie Evans, Papa Francesco: “Sono profondamente toccato dalla sua morte”

Alfie Evans, Papa Francesco: “Sono profondamente toccato dalla sua morte”

CONDIVIDI
alfie evans papa francesco
(Franco Origlia/Getty Images)

Morte di Alfie Evans, Papa Francesco non resta indifferente e lancia un duro messaggio: “Sono profondamente toccato dalla sua morte”.

La morte del piccolo Alfie Evans ha commosso l’opinione pubblica e anche il Sommo Pontefice, Papa Francesco, non è rimasto indifferente, spiegando: “Sono profondamente toccato dalla morte del piccolo Alfie. Oggi prego specialmente per i suoi genitori, mentre Dio Padre lo accoglie nel suo tenero abbraccio”. Il Papa è poi tornato su quanto accaduto nel corso di un’udienza con i partecipanti alla conferenza sulla medicina rigenerativa promossa dal Pontificio Consiglio della Cultura.

Morte di Alfie Evans: la condanna di Papa Francesco

“Di fronte al problema della sofferenza umana è necessario saper creare sinergie tra persone e istituzioni, anche superando i pregiudizi, per coltivare la sollecitudine e lo sforzo di tutti in favore della persona malata”, sono le parole del Sommo Pontefice, secondo il quale occorrono dunque “azioni concrete a favore di chi soffre”. Questo deve avvenire attraverso “la convergenza di sforzi e di idee capaci di coinvolgere rappresentanti di varie comunità: scienziati e medici, pazienti, famiglie, studiosi di etica e di cultura, leader religiosi, filantropi, rappresentanti dei governi e del mondo imprenditoriale”.

Secondo quanto afferma Papa Francesco, la Chiesa “elogia ogni sforzo di ricerca e di applicazione volto alla cura delle persone sofferenti” ma “ricorda anche che uno dei principi fondamentali è che non tutto ciò che è tecnicamente possibile o fattibile è per ciò stesso eticamente accettabile. La scienza, come qualsiasi altra attività umana, sa di avere dei limiti da rispettare per il bene dell’umanità stessa, e necessita di un senso di responsabilità etica”. Il Pontefice in conclusione rileva: “C’è bisogno di riflettere sulla salute umana in un contesto più ampio, considerandola non solo in rapporto alla ricerca scientifica, ma anche alla nostra capacità di preservare e tutelare l’ambiente e all’esigenza di pensare a tutti, specialmente a chi vive disagi sociali e culturali che rendono precari sia lo stato di salute sia l’accesso alle cure”.

L’Ospedale Bambin Gesù sulla morte di Alfie Evans

Sulla morte del piccolo Alfie Evans è intervenuta anche Mariella Enoc, presidente del Bambino Gesù: “Questa vicenda ci insegna che bisogna fare una vera e grande alleanza tra scienza, clinica, istituzioni e famiglie, e individuare un percorso che non avrà mai una piena condivisione, ma che apra comunque una strada su cui muoverci senza arrivare sempre a queste punte di iceberg. Perché la medicina sta facendo grandi passi avanti e casi come quelli di questi bambini, di persone in stato vegetativo e altri ancora, continueranno ad aumentare. Io ho letto in questi giorni un grande problema che riguarda i costi di queste persone”. E aggiunge: “Io ho una mia personale convinzione: credo che la sanità cattolica che si occupa di questo debba veramente riscoprire la capacità di dare supporto a queste persone in grave difficoltà. Non possiamo semplicemente fare quello che tutti gli altri fanno ma dobbiamo fare quello che riteniamo sia giusto fare”.

Scarica l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!
 
✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore ✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore