Home Attualità

È morta Barbara Bush: fu first lady americana dal 1989 al 1993

CONDIVIDI
Barbara Bush
Barbara Bush (Getty Images)

È morta Barbara Bush. La moglie del presidente George W. Bush non ce l’ha fatta, e dopo il rifiuto delle cure mediche è spirata nella sua casa di Houston, in Texas. Dopo una lunga malattia se n’è andata una donna che ha caratterizzato le cronache rosa degli anni ’80 e ’90, come moglie amorevole del presidente americano degli anni del disgelo e madre del 43mo presidente, George W. Bush Jr. Suo padre George era stato il quarantunesimo. Proprio nei giorni scorsi era venuta fuori la notizia sul rifiuto delle cure mediche da parte di Barbara Bush, che dopo anni di sofferenza per i problemi polmonari aveva deciso di rifiutare il ricovero in ospedale continuando con le cure palliative. In attesa di una morte che alla fine è arrivata.

Barbara Bush lascia suo marito George, al momento 93enne e anch’egli molto malato, costretto su una sedia a rotelle a causa di una forma avanzata del morbo di Parkinson. La morte di sua moglie sarà per lui una perdita devastante: sono stati insieme per ben 77 anni. George e Barbara si conobbero nel 1941, quando lei era soltanto sedicenne, e si sposarono poi nel 1945. Dalla loro unione sono nati ben 6 figli: il primo è stato proprio George W. Bush, nato nel 1946, poi Pauline Robinson ‘Robin’ Bush, nata nel 1949 e morta nel 1953. Jeb Bush, diventato governatore della Florida dal 1999 al 2007, Neil, Marvin e Dorothy.

Morta Barbara Bush: la ‘silver fox’ e la battaglia per l’alfabetizzazione

Barbara Bush
Barbara Bush e il marito George (Getty Images)

Barbara Bush è morta oggi ed è una brutta notizia per i tanti americani che l’hanno ammirata. Nata Barbara Pierce, nel 1925, a 16 anni conosce George e dopo 4 anni lo sposa. Nasce George Jr., poi nel 1949 Pauline Robinson, detta Robin. La piccola Pauline si ammala di leucemia e dopo una lunga battaglia si spegne nel 1953, a soli 6 anni. Un evento devastante per Barbara, che di recente ha raccontato quei terribili momenti in un’intervista riportata dal ‘Daily Mail’. “Le accarezzavo i capelli e vedevo il suo spirito andar via – racconta Barbara – era tranquilla e gentile e aveva dei bellissimi boccoli biondi”. In seguito, quando suo marito divenne un politico famoso, venne spesso identificata per la sua chioma bianca, per la quale veniva chiamata anche dai figli ‘Silver Fox’. Di Barbara Bush si ricorda anche la lunga battaglia per l’alfabetizzazione dei bambini disagiati: una volta alla Casa Bianca,  volle fortemente la Bush Foundation for Family Literacy, che cercava di migliorare l’alfabetizzazione delle famiglie più svantaggiate. Una campagna che è legata indissolubilmente al suo nome e lo sarà anche dopo la sua morte.