Home Attualità

Ritorna a casa e trova troppo disordine così accoltella il coinquilino

CONDIVIDI
accoltella coinquilino
iStock Photo

Torna a casa per trovarla nel totale disordine. Non ci vede più dalla rabbia e accoltella il coinqulino.

La convivenza è difficile e, soprattutto, lo è scendere a compromessi con le abitudini altrui, spesso per noiincomprensibili o addirittura irritanti. Ecco allora che può bastare un momento di forte stress o stanchezza per far crollare ogni filtro razionale e lasciar “scoppiare la bomba”.

Ne sa qualcosa il cittadino cingalese, accoltellato dal suo coinquilino che non poteva, a quanto pare, più sopportare il forte disordine che regnava sovrano in casa.

Già, il classico episodio potenzialmente drammatico scatenato, come si suol dire, “per futili motivi”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Tragica sparatoria a Follonica: un morto e due feriti

Coinquilino accoltellato per il disordine

accoltella coinquilino
iStock Photo

Tutto è iniziato quando una sera un cinquantacinquenne cingalese è tornato nel suo appartamento del centro di Napoli per trovarlo immerso nel più totale e irritante disordine.

Il suo coinquilino, nonché connazionale, stava festeggiando infatti il capodanno con alcuni amici. La situazione si è subito scaldata, sfociando rapidamente in una lite alquanto concitata: le voci si sono alzate sempre più, si è passati in pochi minuti alle mani ed ecco che il cinquantacinquenne cingalese ha impugnato un coltello e ferito il coinquilino colpevole di disordine.

I carabinieri sono giunti prontamente sul posto e hanno subito bloccato il presunto colpevole, arrestandolo con l’accusa di tentato omicidio. L’uomo accoltellato è stato invece trasportato all’ospedale “Pellegrini”, curato e poi fortunatamente dimesso con una prognosi di 25 giorni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Morire di liposuzione, il caso della donna a Brescia: indagato Mattia Colli

Tutto è dunque finito piuttosto bene, soprattutto se si tengono in conto gli sviluppi potenzialmente ben più nefasti di quanto accaduto. Resta comunque una seria riflessione da compiere su quanto la rabbia umana possa risultare devastante, anche, e forse soprattutto, se scatenata da motivazioni apparentemente banali, come il disordine per l’appunto.