Home Attualità

Sara Gama 100 volte azzurra: l’eroina della Juve diventata una Barbie – VIDEO

CONDIVIDI
Sara Gama Juventus
Sara Gama (Getty Images)

Sara Gama è diventata il simbolo del calcio femminile nel momento in cui la Mattel, in occasione della Giornata internazionale della donna, l’ha inserita tra le 17 personalità femminili internazionali “che hanno saputo diventare fonte di ispirazione per le generazioni di ragazze del futuro”, lo scorso marzo. Era l’unica italiana, e da quel giorno esiste una Barbie che la riproduce, divisa compresa. La divisa è quella della Juve, perché Sara Gama è una calciatrice e gioca nella Juventus femminile. Classe ’89, di padre congolese e madre triestina, la Gama il 18 agosto 2013 ha firmato un contratto con il Paris Saint-Germain femminile, poi è tornata al Brescia prima di passare, la scorsa estate alla Juventus.

Ed è stato davvero un acquistone: Sara Gama, 100 presenze in Nazionale appena raggiunte, è diventata subito leader della squadra e capitano. A 29 anni questa ragazza, capitano anche della Nazionale italiana di calcio femminile, è il simbolo di un movimento, quello del calcio femminile, che sta finalmente trovando la sua dimensione, senza venire più paragonato in continuazione con quello maschile.

Sara Gama, la campionessa juventina diventata una Barbie fa 100 in maglia azzurra

Sara Gama
Sara Gama (Getty Images)

La storia di Sara Gama, la “SHero” di Barbie, è una storia molto particolare. Figlia di un immigrato congolese e di una donna triestina, il difensore della Juventus è diventata un simbolo di tante battaglie e anche di integrazione, visto il successo ottenuto da italiana, nonostante la carnagione scura. La Juventus è il primo club italiano che ha importato il concetto di professionismo nel calcio femminile ed ha scelto proprio lei per farne da simbolo.

Donna combattiva e molto attiva, che parla quattro lingue (oltre all’italiano anche inglese, francese e spagnolo), Sara Gama ricopre anche il ruolo di consigliera federale Figc e presidente della commissione “Sviluppo Calcio Femminile”. Oltre ad essere l’unica italiana “Barbie”, è anche l’unica italiana inserita nella Top 50 di tutto il mondo del calcio femminile. Un movimento che continua a crescere e a riscuotere successi, anche per merito di Sara Gama.