Home Attualità

L’inquietante patologia che ha ucciso Davide Astori

CONDIVIDI

E’ la storia di un calciatore. E’ la storia di un uomo, di un giovane atleta morto troppo presto e che ha lasciato un vuoto enorme

Davide Astori. Difensore bergamasco. Morto una notte di febbraio. E’ andato via per sempre e ha lasciato un vuoto enorme ovunque. Da quando lui non c’è più ha dato la forza alla Fiorentina di vincere sempre. Solo vittorie da quando il capitano li ha lasciati. Sembra assurdo ma è cosi. La viola allenata da Stefano Pioli non si è più fermata e sembra giocare con 12 uomini invece che 11. C’è ancora tanta gente che sta male. Francesca la sua compagna e la loro bambina, la loro principessa. I genitori di Davide, suo fratello. Ora si cercano di capire le motivazioni. Come e’ possibile che un atleta. Controllato periodicamente, sia morto cosi all’improvviso?

 

Uno studio dell’Irccs Policlinico San Donato di Milano ha  pubblicato sulla rivista Journal of the American College of Cardiology una  motivazione scientifica al prematuro decesso dell’ex calciatore di Cagliari e Roma.

davide astori morto

Davide Astori e la “sindrome di Brugada”

Stiamo parlando della “sindrome di Brugada”, una malattia rarissima  classificata come bradiaritmia e legata a un disturbo nella formazione o nella conduzione dell’impulso elettrico del cuore. La cosa peggiore, è chi  soffre di questa gravissima patologia è parecchio difficile che  ne è a conoscenza perchè il suo cuore, è in apparenza sano e la condizione può restare asintomatica per sempre fino al momento in cui non si presenta l’aritmia, solitamente con letali conseguenze come nel caso del povero Davide. Questa anomalia elettrica potrebbe essere dunque la  causa del decesso di Astori che giustificherebbe l’improvvisa morte di un giovane ragazzo considerato sano.