Home Attualità

Posa gli occhiali a terra: al museo li scambiano per un’opera d’arte

CONDIVIDI

arte contemporaneaCapite realmente l’arte contemporanea? Ecco l’esperimento di un ragazzo che ha ingannato gli avventori di un museo di San Francisco.

Qualcuno potrebbe definirlo esperimento sociale, altri semplice provocazione. Fatto sta però che il buffo e divertente gesto del 17enne di San Francisco ha saputo calamitare l’attenzione internazionale, portando tutti noi a interrogarci circa diversi questioni. Che cosa è arte? Che cosa distingue una vera opera da un semplice oggetto? E soprattutto: sappiamo comprendere veramente l’arte contemporanea?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Dramma all’Università di Napoli: studentessa si suicida

Gli occhiali scambiati per arte

arte contemporanea

Una tela squarciata, una vecchia bicicletta scomposta, un insieme di colori sconnesso. L’arte contemporanea sfida l’umana intuizione e spesso si veste di sembianze tanto banali in apparenza da elevare oggetti di uso comune a arte. Ma che cosa contraddistingue allora la vera opera d’arte rispetto a un qualsiasi oggetto di uso comune?

Deve esserselo chiesto TeeJay Khayatan, diciassettenne che si sta divertendo negli ultimi anni a ingannare gli avventori di diversi musei del Nuovo Continente.
Questa volta è toccato al MOMA di San Francisco dove il ragazzo si è limitato a poggiare degli occhiali da vista a terra, attendendo la reazione dei visitatori che non si è poi fatta attendere molto: chi si avvicinava agli occhiali li scrutava, analizzava e… fotografava! Ecco che gli occhiali di TeeJay erano diventati un’opera d’arte contemporanea, nonun banale oggetto dimenticato ma un vero e proprio “pezzo da museo”.

Il gioco al ragazzo era riuscito già tempo fa con un cappello da baseball e un bidone della spazzatura, tutti oggetti di uso comune che, collocati ad hoc, erano stati elevati dal pubblico al grado di opera d’arte e per questo immortalati, studiati e analizzati molto da vicino.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Fabrizio Frizzi, Giorgia Meloni: “intitoliamogli una strada romana”

TeeJay ha ovviamente anche questa volta immortalato e documentato con cura il suo “esperimento”, spingendo noi altri, oltre che verso numerose risate, anche a domandarci: ma che cosa rende l’arte tale? E soprattutto, l’arte contemporanea è veramente sempre arte? Attendiamo il vostro parere in proposito!