Home Gossip

Claudio D’Alessio, accusato di lesioni e violenza privata

CONDIVIDI

Claudio D’alessio, figlio del noto cantante Gigi D’Alessio, è stato denunciato per lesioni e violenza privata dalla domestica che prestava servizio in casa sua.

Claudio D’alessio, 30 anni,  è stato rinviato a giudizio dal Gup Clementina Forleo con l’accusa di violenza privata e lesioni a danno della domestica ucraina che prestava servizio in casa sua.

Il ragazzo dovrà comparire in aula il prossimo 7 novembre al tribunale di Roma.
il fatto risale a diversi anni fa, precisamente al 5 Luglio 2014, ma la notizia è trapelata solo ora.

La denuncia ed il processo per Alessio D’Alessio

Claudio D'Alessio, chiede scusa alla TatangeloStando alla ricostruzione dei fatti della ex domestica autrice della denuncia, Claudio D’Alessio avrebbe picchiato la donna Halyna Levkova di circa 50 anni e poi l’avrebbe cacciata di casa ancora in ciabatte, negandole anche il compenso economico che le spettava per il servizio svolto fino a quel momento.

Pochi giorni dopo la colf di Fondi si è recata  presso l’ ospedale San Filippo Neri dove le sono state diagnosticate ematomi guaribili in 10 giorni e stato d’ansia. Il referto è stato mostrato ai carabinieri di Fondi per avvalorare la denuncia ai danni di Claudio D’Alessio.

Il motivo della lite

Secondo la ricostruzione dei fatti della colf, Claudio D’Alessio avrebbe reagito con violenza perchè la donna si era intromessa per placare una lite tra il ragazzo e l’allora convivente Nicole Minetti, in passato consigliere regionale della Lombardia, avvenuta in un appartamento dei Parioli, esortandolo a moderare i toni perchè le stava impedendo di riposare. Il ragazzo allora le avrebbe risposto: “E’ casa mia faccio quello che mi pare” e da li sarebbe partita una discussione durante la quale la donna avrebbe chiesto di essere pagata per lasciare definitivamente il servizio, che tra l’altro secondo la donna avveniva in condizioni di schiavitù, in nero e per 15 ore al giorno. Claudio D’alessio non solo non avrebbe ceduto alle richieste della donna: “Io non ti dò niente, non ho soldi, vai subito via da questa casa” ma si sarebbe recato in camera della colf per radunare le sue cose e gliele avrebbe lanciate contro spintolandola e minacciandola con una sedia.

La donna, assistita dall’avvocato Francesco Di Ciollo, ha chiesto un risarcimento di 10.000 euro.

Ti potrebbe interessare anche—>Claudio D’Alessio, scuse pubbliche ad Anna Tatangelo