Home Attualità

Dramma all’Università di Napoli: studentessa si suicida

CONDIVIDI
studentessa suicida
(CC-BY-SA-3.0)

Nel primo pomeriggio di oggi, dramma all’Università Federico II di Napoli: studentessa di 26 anni si suicida, comunità accademica sotto choc.

Un dramma si è consumato oggi presso la sede di Monte Sant’Angelo dell’Università Federico II di Napoli. La tragedia nel primo pomeriggio: la vittima è una giovane studentessa di Biologia che si sia tolta la vita, vicino la mensa occupata del plesso universitario. Si tratta di una ragazza di 26 anni, studentessa della facoltà di Scienze Naturali. La giovane era nata a Isernia, ma risiedeva a Roma. Si sta cercando ora di fare chiarezza sulle dinamiche della tragedia.

Ricostruzione e cause del suicidio della studentessa di 26 anni

La ragazza, da quanto si è appreso, si è lanciata nel vuoto dall’ultimo piano del palazzo nel reparto di geologia, sul quale era salita mentre era in corso una seduta di laurea. Dopo aver aperto la porta che dà sul terrazzo dell’edificio, infatti, ha scavalcato un muretto e si è gettata nel vuoto. Praticamente, è morta sul colpo, tant’è che l’arrivo delle ambulanze e dei mezzi e uomini del Suem 118 è stato del tutto inutile. Si sta cercando anche di capire cosa abbia determinato la tragedia. Sembra che la giovane avesse detto ai propri familiari di doversi laureare oggi, ma in realtà era una bugia e probabilmente la ragazza era ancora indietro con gli esami. Si tratta comunque di una delle ipotesi su cui si fa chiarezza proprio in questi minuti. Bisognerà attendere altre testimonianze per capire cosa sia accaduto.

Università di Napoli sotto choc dopo il suicidio della studentessa

La reazione dell’Università al suicidio della ragazza non si è fatta attendere. Appresa la notizia, il Rettore Gaetano Manfredi ha sospeso ogni attività didattica. Per tale ragione, domani all’Ateneo proclamata giornata di lutto. Saltano le normali attività didattiche ma non solo: domani era atteso un incontro con i calciatori del Napoli, che però sarebbe stato annullato. Verso il rinvio anche le elezioni per le rappresentanze studentesche universitarie. Appena appresa la notizia, i rappresentanti del dipartimento di Biologia avevano lanciato un appello: “Alla luce di quanto avvenuto presso l’Università degli Studi di Napoli-Federico II Sede di Monte Sant’Angelo, dove una studentessa universitaria si è tolta la vita, crediamo sia giusto rinviare le elezioni studentesche previste per il giorno martedì 10 e mercoledì 11 aprile e bloccare qualsiasi tipo di attività. Ci uniamo al dolore della famiglia e degli amici”. Stesse parole anche da parte della Confederazione Degli Studenti Napoli e Link – Studenti Indipendenti. Un appello rilanciato anche dal consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione Università: “Il rettore della Federico II accolga la richiesta che è arrivata dai rappresentanti de La Confederazione e da tutte le altre associazioni studentesche di rinviare le elezioni, previste martedì e mercoledì, in segno di rispetto per la morte della studentessa che s’è suicidata nel complesso universitario di Monte Sant’Angelo”. Secondo l’esponente dei Verdi campani, “sarebbe impossibile per gli studenti garantire il regolare svolgimento delle elezioni visto lo choc di queste ore per la morte di una loro collega e, per lo stesso motivo, ci sembrerebbe giusto anche una sospensione delle lezioni”.

A cura di Gabriele Mastroleo