Home Dieta e Alimentazione

Dieta del limone: pancia piatta in 7 giorni

CONDIVIDI
Fonte: Istock

Dieta del limone, benefici e controindicazioni di una tra le diete più famose del momento.

Con la prova costume ormai alle porte e la Pasqua appena terminata, la voglia di sentirsi più leggere si fa sempre più forte tanto da spingere molte di noi a mettersi a dieta. Come sempre, il desiderio nascosto è quello di ottenere tanti risultati con pochi sforzi e cosa è meglio di una dieta che promette di farci perdere peso in soli sette giorni? Ovviamente, per perdere peso in modo corretto la strada da percorrere è un’altra, proprio come spiegato nell’articolo su come far dimagrire la pancia.
Al momento, però, c’è una dieta in particolare che sembra aver ottenuto diversi consensi. Si tratta della dieta del limone che promette di far dimagrire (soprattutto nella zona della pancia) in sette giorni. Oggi, quindi, oltre a vedere insieme il piano settimanale, cercheremo di coglierne benefici ed eventuali controindicazioni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Dieta: tre cose da fare per evitare il bisturi

Dieta del limone: dimagrire in sette giorni

Fonte: Istock

Il limone è senza dubbio un alimento sano e ricco di diverse proprietà come, ad esempio, quella drenante. Come non ricordare la famosa acqua calda con limone da bere al mattino presto per dare una carica di energia e di benessere all’organismo?
Ebbene, il limone sembra indicato anche come alimento principe per le diete dimagranti. Anzi, a detta della dottoressa Andrè, che ha reso questa dieta particolarmente famosa, grazie al suo effetto drenante ed anti cellulite, la dieta del limone può far perdere fino a 3 chili a settimana. Vediamo come seguendo lo schema settimanale riportato da greenme.
Per prima cosa è necessario assumere ogni giorno una bevanda realizzata con 30 cl di acqua, 2 cucchiai di succo di limone, 2 di sciroppo d’acero ed una punta di cucchiaio di pepe di cayenna. La bevanda ottenuta andrà consumata al mattino (circa mezz’ora prima di far colazione), dopo i due spuntini giornalieri e prima di andare a dormire. Il resto dell’alimentazione è base di alimenti magri come yogurt, pollo, insalata, etc…

VIDEO NEWSLETTER

Lunedì

Colazione: Uno yogurt (anche vegetale) con due cucchiai di di fiocchi d’avena e della frutta
Spuntino: Frutta fresca
Pranzo: Zuppa di verdure con pane integrale
Merenda: Frutta fresca
Cena: Pesce e verdure condite con succo di limone

Martedì

Colazione: Caffè, macedonia di frutta e qualche mandorla
Spuntino: Verdure crude
Pranzo: Risotto al limone
Merenda: Frutta secca
Cena: Petto di pollo arrostito e verdure condite con succo di limone

Mercoledì

Colazione: Pane tostato e macedonia di frutta
Spuntino: Frutta fresca
Pranzo: Insalata di legumi (fagioli, ceci o lenticchie) condite con succo di limone
Merenda: Una piccola porzione di formaggio fresco e qualche verdura cruda
Cena: Frittata, verdure condite con succo di limone e pane integrale

Giovedì

Colazione: Yogurt (anche vegetale) con fiocchi d’avena e frutta fresca
Spuntino: Qualche mandorla
Pranzo: Pasta integrale con verdure
Merenda: Frutta fresca
Cena: Lenticchie, insalata e pane integrale

Venerdì

Colazione: Frutta fresca e pane integrale
Spuntino: Verdura cruda
Pranzo: Pasta integrale al tonno e verdure condite con succo di limone
Merenda: Frutta secca
Cena: Pesce arrostito con verdure condite con succo di limone

Sabato

Colazione: Yogurt (anche vegetale) con due cucchiai di fiocchi d’avena e frutta
Spuntino: Una manciata di mandorle
Pranzo: Zuppa di verdure e pane tostato
Merenda: Una piccola porzione di formaggio fresco con verdure crude
Cena: Pollo con verdure condite con succo di limone

Domenica

Colazione: Macedonia di frutta con succo di limone
Spuntino: Frutta fresca
Pranzo: Riso integrale con verdure
Merenda: Verdure crude
Cena: Formaggio magro con verdure e pane integrale

IMPORTANTE: Ricordare sempre di iniziare la giornata con la bevanda di limone sopra descritta e di berla anche come accompagnamento agli spuntini e prima di andare a dormire.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Dieta: uno sgarro a settimana per dimagrire

Pro e contro della dieta

Oltre ad essere ipocalorica, questa dieta non presenta tutte le sostanze nutritive di cui l’organismo necessita. Manca ad esempio l’olio extra vergine d’oliva ed in generale ci sono troppi pochi grassi buoni. La presenza costante del limone, inoltre, può provocare danni allo smalto dei denti e portare a fastidiosi bruciori di stomaco o peggiorare casi di gastrite in chi già ne soffre. Per questo motivo è sempre meglio consultare un medico prima di seguirla, specie se in presenza di patologie in atto. Va inoltre ricordato che nella maggior parte dei casi, le diete che promettono di perdere tanto peso in pochi giorni portano all’inevitabile effetto yo-yo per il quale ci si troverà a riprendere parte (se non tutto) del peso perso alla prima mangiata normale. Per questo motivo, il consiglio è sempre quello di rivolgersi ad un buon nutrizionista e di perdere peso imparando ad alimentarsi in modo sano e bilanciato.