Home Attualità

Canada: squadra di hockey juniores falcidiata in un incidente, 14 morti

CONDIVIDI

Dramma in Canada: un’intera squadra di hockey juniores falcidiata in un incidente, 14 morti e altrettanti feriti, le reazioni e la ricostruzione della tragedia.

canada squadra hockey
(Twitter)

14 morti e 14 feriti: questo il bilancio di un tragico incidente stradale che ha coinvolto un autobus di una squadra di hockey juniores nella provincia del Saskatchewan, in Canada. I soccorsi si sono protratti fino a tarda notte. La polizia ha confermato che sul mezzo c’erano 28 persone, incluso l’autista. Tre delle lesioni sono di natura critica. Non si conoscono ancora le generalità dei deceduti, ma quel che è certo è che molti ragazzini con la passione per questo sport sono rimasti coinvolti nel drammatico incidente. La squadra dei Nipawin Hawks della Saskatchewan Junior Hockey League sostiene che l’incidente ha coinvolto l’autobus della squadra degli Humboldt Broncos, che erano diretti a Nipawin per il Game 5 della serie semifinale SJHL. L’incidente è avvenuto a circa 30 chilometri a nord di Tisdale, Sask. L’accaduto è stato ricostruito dai media canadesi.

Sconvolto il presidente della squadra di hockey

La gara era in programma ieri sera, ma intorno alle sei del pomeriggio è arrivato il drammatico annuncio da parte della squadra di casa. “Sono scioccato tanto quanto chiunque”, ha detto il presidente del Broncos, Kevin Garinger. Come altri nella piccola comunità di quasi 6.000 persone, ha detto che conosceva personalmente ciascuno dei giovani e dello staff della squadra, e che gli era stato affittato uno dei giocatori a casa sua. Poi ha aggiunto: “Questo è molto più grande di quanto chiunque possa iniziare a immaginare”. Il presidente si trovava a Edmonton, in visita da un parente, quando ha appreso del disastro. Ha sottolineato: “Siamo semplicemente increduli e sconvolti per la perdita che si è abbattuta su di noi”. Ha detto che l’intera organizzazione del team di hockey ha voluto condividere i loro “pensieri e preghiere più profonde” con coloro che sono stati maggiormente colpiti dallo schianto, ovvero i familiari di questi giovanissimi.

Le reazioni alla tragedia della squadra di hockey e la ricostruzione

Dopo l’incidente, l’Elgar Petersen Arena di Humboldt è stato trasformato in un’unità di crisi mobile, mentre le persone si riunivano per sostenersi a vicenda. Alcuni hanno fatto telefonate cercando di saperne di più sullo stato dei loro cari. Daigon Elny era un membro della squadra l’anno scorso, ed era una delle persone presenti nell’arena: “Eravamo come una famiglia”, ha sottolineato il ragazzo. Grande il cordoglio del mondo politico: “Le parole non possono descrivere la perdita che sentiamo stasera”, ha scritto il Premier del Saskatchewan Scott Moe in un post di Facebook. Il Primo Ministro Justin Trudeau ha espresso le sue condoglianze, scrivendo su Twitter, “Non riesco a immaginare cosa stiano vivendo questi genitori, e il mio cuore va a tutti coloro che sono stati colpiti da questa terribile tragedia, nella comunità di Humboldt e oltre”. La collisione è avvenuta venerdì sera sull’autostrada 35, a circa 30 chilometri a nord di Tisdale, Sask., Vicino all’incrocio dell’autostrada 335, un semi-rimorchio si è scontrato con l’autobus, ha detto l’RCMP. Tanti i mezzi di soccorso giunti sul posto, incluse due eliambulanze. La squadra comprende 24 giocatori, tutti provenienti dal Canada occidentale, di età compresa tra 16 e 21 anni. Non è chiaro quanti componenti della squadra siano morti in questa tragedia. Il sindaco di Humboldt, Rob Muench, ha detto di aver sentito per la prima volta l’incidente sui social media. Ha spiegato che “è stato terribile”, ricordando come la tragedia abbia coinvolto ragazzi che nella piccola comunità sono nati e cresciuti. Anche un autobus della squadra che trasportava i fan era diretto a Nipawin per la partita: i tifosi si sono ritrovati davanti agli occhi la tragedia. Intanto, la Chiesa Apostolica della cittadina di Nipawin, situata a 109 Fourth Avenue East, è centro di raccolta per le famiglie. Il pastore Jordan Gadsby ha detto che circa 100 persone si sono qui ritrovate, attendendo con ansia di saperne di più sulla tragedia. Scattata anche una gara di solidarietà e la comunità di Nipawin si sta muovendo per offrire sostegno ai familiari delle vittime della tragedia.

Il cordoglio sui social dei leader politici canadesi

A cura di Gabriele Mastroleo