Home Attualità

Nicole, la bimba di 4 anni morta per un’otite: shock a Brescia

CONDIVIDI

bimba morta otite

Shock nel bresciano, dove una bimba di 4 anni è morta per un’otite non curata. Una vera e propria tragedia della malasanità, quella verificatasi a Brescia: una bambina di Gottolengo, nel bresciano, è andata in ospedale con febbre e dolori al collo, che perduravano da più di un mese. Visitata all’ospedale di Manerbio, avevano deciso di non ricoverare la piccola Nicole e l’avevano mandata a casa. Ma a quanto pare era in atto un’otite, che degenerando ha provocato un’infezione. A quel punto non c’è stato più nulla da fare.

La piccola Nicole è morta dopo essere stata ricoverata in condizioni gravissime. Secondo quanto riporta ‘Il Giornale di Brescia’, Nicole era peggiorata sabato e i genitori, disperati, l’avevano portata alla Poliambulanza, ma anche qui avevano deciso di non ricoverarla. Quindi il trasporto all’Ospedale Civile di Brescia, dove finalmente hanno riscontrato lo stato grave in cui versava la piccola, e la decisione di portarla nel reparto di Rianimazione Pediatrica. Ma purtroppo non c’è stato nulla da fare. La piccola Nicole, 4 anni, è morta ieri pomeriggio per l’aggravamento dei sintomi di un’otite.

Brescia, la bimba morta per un’otite: i messaggi della scuola e del sindaco di Gottolengo

Ora è il momento del dolore, per i genitori di Nicole, la bimba morta di otite a soli 4 anni, e per tutta la comunità di Gottolengo, il paesino dove viveva Nicole con la sua famiglia. Il caso è stato segnalato alla Procura, che avrebbe disposto l’autopsia. Dato l’assenso all’espianto degli organi da parte dei genitori, una giovane coppia molto legata alla parrocchia locale e a tutto il paesino. I funerali dovrebbero svolgersi tra domani, sabato e lunedì. Commosso il messaggio del sindaco di Gottolengo, Giacomo Massa: “La nostra comunità perde una dolce creatura ed abbraccia commossa i giovani genitori. Soli non sarete. Piccola Nicole, ‘Beyond the door there’s peace I’m sure And I know there’ll be no more tears in heaven”. Chiude così, Massa, citando ‘Tears in Heaven’ di Eric Clapton. Molto bello anche il messaggio lasciato su Facebook dalla scuola dell’infanzia del paese con il messaggio “Ciao piccolo dolce Angioletto”.