Home Meteo

Meteo 25 aprile e primo maggio: caldo ma attenzione ai temporali

CONDIVIDI
Meteo 25 aprile e primo maggio: caldo ma attenzione ai temporali
Meteo 25 aprile e 1 maggio

Le prime previsioni  meteo riguardanti le prossime festività, il 25 aprile ed il primo maggio, indicano l’arrivo dell’alta pressione e di un tempo prevalentemente bello, ma delle veloci perturbazioni atlantiche potrebbero generare dei temporali in alcune regioni d’Italia.

Data la distanza temporale con le prossime festività le previsioni sono al momento scarsamente attendibili, ma grazie alle proiezioni fornite dal centro meteorologico di Reading possiamo farci una prima idea su che tempo aspettarci per la festa della liberazione e per quella dei lavoratori. I prossimi giorni saranno caratterizzati dallo scontro tra le perturbazioni atlantiche e l’anticiclone africano ma durante la settimana tra il 23 ed il 29 aprile quest’ultimo dovrebbe avere la meglio spingendo le perturbazioni a nord dell’Italia.

Il meteo del 25 aprile e dell’1 maggio

Meteo 25 aprile e primo maggio: caldo ma attenzione ai temporali
Meteo 25 aprile-1 maggio

Qualora le proiezioni di rivelassero corrette e l’anticiclone africano, o quello delle Azzorre, dovessero spingere le perturbazioni atlantiche fuori dal nostro Paese, per il 25 aprile è lecito attendersi un clima mite e delle giornate di sole sopratutto a sud e sulle isole. Sempre secondo le tendenze analizzate il rischio è che delle infiltrazioni atlantiche possano causare annuvolamenti improvvisi e anche temporali sulle regioni settentrionali. Le zone a rischio sono quelle montuose alpine e pre alpine, ma i fenomeni potrebbero interessare anche la pianura.

Lo stesso discorso è valido per il primo maggio, le previsioni internazionali indicano una prevalenza dell’alta pressione e quindi un clima mite e stabile con temperature elevate e giornate di sole ideali per un bagno. Il quadro di questa primavera, però, è ancora molto dinamico e non si può escludere con questa distanza di tempo che fronti di bassa pressione possano insinuarsi e cambiare il clima. Nei prossimi giorni, dunque, provvederemo ad aggiornare la previsione in base alle successive proiezioni per assicurarvi che la primavera sbocci definitivamente in vista delle prossime festività.

VIDEO NEWSLETTER