Home Bellezza

Rimedi semplici ed efficaci per curare le croste sul cuoio capelluto

CONDIVIDI

Nell’articoloprecedente abbiamo fornito una panoramica sulle antiestetiche croste sul cuoio capelluto e le possibili cause

alla base della comparsa delle croste e le osservazioni su forma e colore a cui sottoporle per evitare l’insorgere di infezioni e scoprire se sono il segnale che nascondono patologie più gravi.

Oggi parleremo dei rimedi naturali efficaci da poter provare per rimuovere le croste ed evitare di procurarsi delle infezioni grattandole e lesionando la cute.

Impacco caldo

Se le croste del cuoio capelluto sono pruriginose e non sembrano volersi staccare, un impacco caldo è l’opzione migliore. Un impacco caldo può ammorbidire le croste e aiutare la caduta più velocemente.

Cosa serve:

Asciugamano, Acqua calda, Pettine

Cosa fare:

Immergi l’asciugamano in acqua calda.
Strizza l’eccesso di acqua dall’asciugamano.
Arrotola i capelli e avvolgi l’asciugamano intorno alla testa.
Lascia l’asciugamano per 10-15 minuti.
Rimuovi l’asciugamano e pettina delicatamente le croste dai capelli.
Dovrai farlo una volta al giorno per alcuni giorni fino a quando non ti sarai sbarazzato di tutte le croste del cuoio capelluto.

Gel di aloe vera

Come forse già saprai, il gel di aloe vera è un ottimo agente lenitivo e calmante. Pertanto, aiuta a ridurre l’irritazione e il prurito dato dalle croste sul cuoio capelluto e impedisce loro di infettarsi.

Cosa serve:

Foglia di aloe vera, 2 capsule di vitamina E

Cosa fare:

Rimuovi il gel dalla foglia di aloe vera.
Spremi l’olio dalle capsule di vitamina E e mescolalo con il gel di aloe vera.
Applica questa miscela sulle croste del cuoio capelluto con le dita.
Lasciarlo agire per un’ora.
Lavare la miscela con uno shampoo delicato.
Ripeti questa procedura due volte o tre volte a settimana.

Succo di limone

Il succo di limone funziona alla grande come un trattamento in quanto riduce la secchezza e prurito sul cuoio capelluto. Inoltre, è ottimo per trattare la forfora e tigna, che sono le principali cause di croste del cuoio capelluto. Tuttavia, poiché è un ingrediente molto aggressivo, è meglio miscelarlo con un olio vettore più delicato.

Cosa serve:

½ cucchiaino di succo di limone, 1 cucchiaio di olio d’oliva

Cosa fare:

scalda l’olio d’oliva in un forno a microonde per alcuni secondi.
Mescola il succo di limone all’ olio d’oliva caldo.
Applica e massaggia la miscela sul cuoio capelluto.
Lascia agire la miscela per mezz’ora.
Lava con uno shampoo delicato.
Fai questo tre volte a settimana.

Foglie di Neem

Le foglie di Neem (lillà indiano) sono dimostrate essere un rimedio estremamente efficace e lenitivo nel trattamento di qualsiasi condizione cutanea pruriginosa. Non sorprende quindi che le sue proprietà antifungine e antibatteriche facciano miracoli nel liberare delle croste e nel prevenire l’infezione del cuoio capelluto.

Cosa serve:

10-15 foglie di neem, 2 tazze d’acqua

Cosa fare:

Fai bollire le foglie di neem in 2 tazze d’acqua.
Filtra l’acqua e lasciala raffreddare.
Risciacqua i capelli con questa acqua di neem ogni giorno.

Aceto di mele

L’aceto di mele è un rimedio casalingo molto popolare usato per risolvere una miriade di problemi di pelle e capelli. È un rimedio efficace anche nel trattamento delle croste sul cuoio capelluto. Oltre ad essere antibatterico e antimicotico, funziona anche per bilanciare il pH del cuoio capelluto per ridurre la secchezza e il prurito.

Cosa serve:

2 cucchiai di aceto di sidro di mele, 1 tazza di acqua calda

Cosa fare:

Mescola l’aceto di mele e l’acqua.
Versa il composto sul cuoio capelluto.
Massaggia il cuoio capelluto per alcuni minuti.
Risciacqua i capelli con acqua.
Segui questa routine due volte a settimana.

Farina d’avena

l’avena ingrediente immancabile per una colazione salutare, fa bene anche alla pelle, e usato per il trattamento delle croste sul cuoio capelluto fa miracoli. Questo perché lenisce la pelle irritata ed è altamente idratante, aiutando così a far dissolvere le croste.

Cosa serve:

2 cucchiai di farina d’avena, acqua

Cosa fare:

Mescola abbastanza acqua nella farina d’avena per formare una pasta densa.
Applica questo composto su tutto il cuoio capelluto e lascialo agire per 10 minuti.
Lava i capelli con uno shampoo delicato.
Segui questa routine ogni giorno.

Olio di jojoba

Un altro ottimo rimedio casalingo che puoi provare per trattare le croste sul cuoio capelluto è l’olio di jojoba. Bastano poche gocce di questo potente olio per regolare l’equilibrio fisiologico del cuoio capelluto e, quindi, ridurre le croste.

Cosa serve:

Olio di jojoba

Cosa fare:

Massaggia un po’ di olio di jojoba sul cuoio capelluto prima di andare a letto.
Lascia agire durante la notte.
Lava i capelli la mattina dopo con uno shampoo delicato.
Segui questa routine due volte a settimana.

Tea tree oil, Olio dell’albero del tè

L’olio dell’albero del tè ha una  tripla funzione se usato per trattare le croste del cuoio capelluto in quanto ha proprietà antimicotiche, antibatteriche e antinfiammatorie. Allevia anche il prurito e previene l’infezione.

Cosa serve:

1 cucchiaino di olio di tea tree, 2 cucchiai di olio di mandorle

Cosa fare:

Miscela l’olio dell’albero del tè all’olio di mandorle.
Massaggia la miscela sul cuoio capelluto.
Lascia in posa per 30 minuti.
Lava via gli oli con uno shampoo delicato.
Segui questa routine tre volte a settimana.

Olio d’oliva

Rimuovi le croste con l’aiuto dell’olio d’oliva che oltre ad idratare il cuoio capelluto contribuisce a facilitare la rimozione delle croste, nutre anche i capelli e li lascia super soffici

Cosa serve:

4 cucchiai di olio d’oliva

Cosa fare:

Scalda l’olio d’oliva nel microonde per alcuni secondi.
Massaggia l’olio sul cuoio capelluto. Puoi anche applicarlo su tutta la lunghezza del capello se vuoi.
Lascialo agire durante la notte, al mattino seguente, lava i capelli con uno shampoo delicato.
Ripeti questa procedura tre volte a settimana

Olio di cocco

l’olio di cocco è un ottimo agente antibatterico e antimicotico, ma il più grande vantaggio dell’ olio di cocco è l’alto potere idratante e la capacità di regolare l’eccesso di sebo sul cuoio capelluto. Questo è il motivo per cui viene usato come trattamento topico per lenire i sintomi della psoriasi, in particolare le croste del cuoio capelluto.

Cosa serve:

Olio di cocco, asciugamano

Cosa fare:

Applica l’olio di cocco su tutto il cuoio capelluto.
Scalda un asciugamano immergendolo in acqua calda e torci l’acqua in eccesso.
Avvolgi l’asciugamano intorno alla testa e lascialo agire per un’ora.
Lava i capelli con uno shampoo delicato.
Segui questa routine tre volte a settimana.

Ora che conosci tutti questi modi naturali di trattare le croste del cuoio capelluto, puoi dire addio a questo fastidio processo per sempre!