Home Attualità

Allison Mack, star di Smallville, sotto accusa: ora rischia il carcere

CONDIVIDI

Allison Mack, star di Smallville, sotto accusa di far parte di una setta che rende schiave molte donne: ora rischia il carcere, dopo l’arresto del fondatore del gruppo.

Allison Mack
(Bryan Bedder/Getty Images)

Rischiano di essere arrestate Allison Mack, star di Smallville, e Nicki Clyne di Battlestar Galactica, volti noti del piccolo schermo che sono accusate di far parte di una setta. In particolare, la prima è uno dei personaggi forse più noti delle serie televisive degli ultimi anni. Dopo Tori Spelling, attrice diventata famosa grazie al suo ruolo nel telefilm cult Beverly Hills 90210, e ora vittima di un esaurimento nervoso, si allunga dunque la scia di protagoniste di celebri serie televisive coinvolte in vicende di certo non positive. Smallville è una serie televisiva statunitense prodotta dal 2001 al 2011, per un totale di 217 episodi in 10 stagioni. Sbarcò in Italia un anno dopo la messa in onda negli Usa, conquistando il pubblico. La serie ha ricevuto tre Emmy Award, due Saturn Award, e altri 24 premi, ottenendo centinaia di nomination. La serie tv – che racconta le vicende di un giovane Clark Kent/Superman – è andata in onda sul gruppo Mediaset (ovvero Italia 1, Mediaset Premium e Steel), ottenendo sempre ottimi riscontri. Allison Mack, nella serie, interpreta la giovane giornalista Chloe Sullivan, una delle migliori amiche di Clark Kent.

Le accuse alla setta della quale fa parte Allison Mack

Secondo le accuse, la setta avrebbe marchiato delle donne, facendo loro il lavaggio del cervello e costringendole a non avere rapporti con l’esterno. Si dice che le attrici di Hollywood siano coinvolte nel controverso gruppo, ma cosa sappiamo della cosiddetta setta, del suo leader e dei suoi membri? Denominata NXIVM afferma di essere un gruppo di auto-aiuto che offre corsi e seminari che aiutano i clienti su un percorso di sviluppo personale e professionale. Il gruppo è stato fondato da Keith Raniere e Allison Mack, 35enne che è anche produttrice e regista, nata in Germania ma trasferitasi negli Usa a due anni, ne farebbe parte. Si dice che più di 12.000 persone si siano iscritte ai corsi organizzati da questo gruppo, il cui “lato oscuro” è denominato DOS, ovvero “dominus obsequious sororium”, che tradotto significa “signore delle schiave”. La denuncia arriva da Frank Partlato, ex pubblicista del gruppo. Le informazioni personali e le immagini sono raccolte come parte dell’iniziazione. Si dice anche che vengano marchiati solo alcuni membri definiti “schiavi”. In una e-mail sconvolgente vista da Sun Online, agli schiavi viene detto di digiunare per 12 ore al giorno, fare docce fredde ed eseguire un “atto quotidiano per onorare” il loro maestro.

Il ruolo di Allison Mack nella setta

Il gruppo ha respinto le accuse, replicando: “Le accuse riportate nella storia sono basate su fonti, alcune delle quali sono sotto inchiesta penale o già incriminate, che agiscono come un gruppo coordinato”. Inoltre, viene spiegato dal gruppo che verranno intraprese azioni legali contro chi riporta informazioni fuorvianti. Nella presunta setta, Allison Mack è presumibilmente un “maestro” nel culto e deve obbedire agli ordini del leader Raniere. Si pensa che debba trovare compagne di letto per lui, correre 40 miglia a settimana e seguire una dieta rigorosa per rimanere il più magra possibile. Stando a quanto emerge, l’arresto di Allison Mack per presunto “traffico sessuale” sarebbe imminente, dopo che l’imputato capo della setta Rainere è stato arrestato questa settimana.

A cura di Gabriele Mastroleo